Commodities: Crolla il prezzo dell'oro, forti acquisti sul petrolio

Le quotazioni del metallo giallo hanno chiuso a New York in calo del 3,6%.

CONDIVIDI
Le misure annunciate dal Governo statunitense per combattere la crisi del settore finanziario hanno avuto un forte impatto anche sul mercato delle commodities. L'oro, in cui si erano rifugiati massivamente gli investitori durante le scorse sedute, è stato sommerso oggi da un'ondata di vendite. Il future con scadenza dicembre ha chiuso al NYMEX in calo del 3,6% a $864,70 all'oncia. Nelle contrattazioni elettroniche le quotazioni del metallo giallo sono arrivate a perdere il 7,6%. Era da 25 anni che il prezzo dell'oro non registrava un tale calo. Il piano anti-crisi degli USA ha fatto riaumentare drammaticamente la propensione al rischio del mercato, l'oro, il bene rifugio per eccellenza, ha perso di colpo la sua attrattività.
Il prezzo del petrolio ha invece registrato un forte rialzo. Il future sul Crude con scadenza ottobre ha guadagnato il 6,8% a $104,55 al barile. Il petrolio ha beneficiato del riaumento della propensione al rischio degli investitori. Il mercato specula inoltre sul fatto che i provvedimenti anti-crisi del Governo degli USA possano stimolare anche l'economia.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro