Le vendite sommergono i bancari, Wall Street specula sul prossimo crack

In base all'entità delle perdite del titolo la prossima vittima della crisi potrebbe essere National City.

CONDIVIDI
È diventato ormai una specie di "gioco" a Wall Street. Fallita Lehman Brothers (US5249081002), salvata AIG (US0268741073), chiusa Washington Mutual (US9393221034), salvata Wachovia (US9299031024)... quale sarà ora la prossima impresa finanziaria statunitense a collassare oppure a dover essere salvata da una rivale (e/o dal Governo)? Il mercato punta oggi decisamente su National City (US6354051038). Il titolo della banca regionale perde al momento circa il 50% nonostante Oppenheimer lo abbia promosso oggi ad "Outperform" ed il management abbia assicurato che il gruppo è ben capitalizzato. Tutti i titoli delle banche regionali vengono sommerse da una pioggia di vendite. Le banche di più piccole dimensioni sembrano essere in effetti più esposte alla crisi a causa dell'ulteriore rallentamento dell'economia statunitense. Bank of New York Mellon (US0640581007) perde il 17,8%, Fifth Third Bancorp (US3167731005) il 26,7%, FirstFed Financial (US33761Q1022) il 29%, First Horizon National (US3205171057) il 25,6% e Sovereign Bancorp (US8459051087) il 34,2%. Le perdite delle grandi banche sono più contenute Bank of America (US0605051046) scende del 4% e J.P. Morgan Chase & Co. (US46625H1005) del 4,2%. Citigroup (US1729671016) sale del 5%. Il mercato ha accolto positivamente l'acquisto degli assets di Wachovia da parte della prima banca statunitense (per ulteriori dettagli clicca qui).
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro