Wall Street sprofonda negli abissi, preoccupano GM e Citigroup

Il Dow Jones ha perso il 5,3% ed il Nasdaq Composite il 5,1%. L'S&P 500 ha chiuso ai suoi più bassi livelli da più di undici anni.

CONDIVIDI
Wall Street è stata sommersa anche oggi da un'ondata di vendite. Il Dow Jones ha perso il 5,3% a 7.552,29 punti, l'S&P 500 il 6,7% a 752,44 punti ed il Nasdaq Composite il 5,1% a 1.316.12. Era da più di undici anni che l'S&P 500 non scendeva a tali livelli. Dal fronte macroeconomico sono arrivate anche oggi delle notizie molto negative. Le nuove richieste di sussidi alla disoccupazione sono salite la scorsa settimana ai loro più alti livelli dal luglio del 1992. Il Philadelphia Fed Index ed il "superindice" sono calati inoltre più di quanto previsto dagli economisti. Sull'umore degli investitori ha pesato come già ieri anche l'incertezza relativa al futuro dell'industria automobilistica. General Motors (US3704421052) è crollato nel corso delle seduta ai suoi più bassi livelli degli ultimi settant'anni ma ha chiuso infine in rialzo del 3,2%. I Democratici ed i Repubblicani hanno raggiunto un accordo di base su un piano di salvataggio dei tre grandi di Detroit. Il Congresso ha rimandato però la decisione definitiva sul possibile pacchetto d'aiuti per il settore dell'auto al prossimo mese.
Il principe saudita Al-Waleed ha aumentato la sua partecipazione in Citigroup (US1729671016) al 5% (per ulteriori dettagli clicca qui). Nonostante ciò il titolo ha registrato un nuovo ribasso record. Dopo aver perso ieri più del 23% Citigroup ha chiuso oggi in calo del 26,4%. Il mercato teme che a causa del veloce deterioramento dell'economia la sopravvivenza della banca statunitense sia a rischio.
Il forte calo dei prezzi delle commodities ha fatto andare a picco i petroliferi ed i minerari. Nel settore petrolifero ConocoPhillips (US20825C1045) ha perso il 9,8%, Chevron (US1667641005) l'8,8% e Exxon Mobil (US30231G1022) il 6,7%. Il prezzo del petrolio ha chiuso oggi a New York per la prima volta dal maggio del 2005 al di sotto di $50 al barile. Tra i minerari Alcoa (US0138171014) ha perso il 16,1% e Freeport McMoRan (US35671D8570) il 13%. Il prezzo del rame ha perso oggi un ulteriore 1,6%.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro