High-tech: Citigroup più prudente su Microsoft

La banca d'affari ha tagliato le sue stime sui risultati del colosso del software.

CONDIVIDI
Citigroup è diventata più prudente su Microsoft (US5949181045). La banca d'affari crede che il rallentamento registrato dal colosso del software ad ottobre si sia inasprito a novembre e abbia continuato a dicembre. Citigroup indica in una nota che nei prossimi mesi non ci dovrebbe essere alcuna ripresa visto che il primo trimestre dell'anno è d'abitudine già un debole periodo per il settore high-tech. Citigroup crede perciò che l'attuale consensus e le stime della stessa Microsoft siano troppo ottimistiche. Secondo Citigroup soprattutto le previsioni di Microsoft per il mercato dei computer non sarebbero più realistiche. Per il corrente trimestre Citigroup si attende ricavi di $16,7 miliardi ed un utile per azione di $0,48 mentre Microsoft prevede ricavi di $17,3 - $17,8 miliardi ed un utile per azione di $0,51 - $0,53. Per l'intero esercizio Citigroup si attende una crescita dei ricavi di Microsoft di solo il 3% ed un utile per azione di $1,88. In precedenza Citigroup aveva previsto una crescita dei ricavi dell'impresa di Redmond del 9% ed un utile per azione di $2,06. Microsoft ha fornito da parte sua un tale outlook: ricavi +7-9% ed un utile per azione di $2,00 - $2,10. Citigroup continua a consigliare l'acquisto del titolo (rating "Buy") ma ha ridotto il suo target sul prezzo da $31 a $24.
Microsoft sale al momento dell'1,1% a $19,51.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption