Skin ADV

Deutsche Bank bearish sul settore dell'acciaio

Secondo la grande banca tedesca il 2009 sarà un anno molto difficile per il settore della siderurgia.

Deutsche Bank è bearish sulle prospettive dei produttori di acciaio. Secondo la grande banca tedesca il 2009 sarà un anno molto difficile per il settore. Deutsche Bank si attende per il prossimo anno un forte calo dei prezzi dei minerali ferrosi e del carbone. Deutsche Bank ha tagliato perciò le sue stime sul prezzo dell'acciaio HRC nel 2009 del 24% e sugli utili delle imprese del settore in media del 44%. Deutsche Bank indica in una nota che le sue previsioni sono ora di circa il 40% inferiori a quelle del consensus. Tra i singoli titoli Deutsche Bank ha declassato U.S. Steel (US9129091081) da "Buy" a "Hold" e promosso Nucor (US6703461052) da "Hold" a "Buy". Secondo Deutsche Bank il bilancio di Nucor sarebbe uno dei più robusti dell'intero comparto.

✅ Apri una demo gratuita con AvaTrade e ricevi subito 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente. Expert Advisor e piattaforma di copy trading DuplyTrade. Vai su Avatrade.it >> Trading in sicurezza e  spread ultra bassi.

✅ Apri una demo gratuita con AvaTrade e ricevi subito 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente. Expert Advisor e piattaforma di copy trading DuplyTrade. Vai su Avatrade.it >> Trading in sicurezza e  spread ultra bassi.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Avatrade

Apri un conto demo gratuito con AvaTrade ✅ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente.

Approfitta dei nostri Expert Advisor e delle piattaforme di copy trading, oltre al trading sulle criptovalute 24/7. Con licenze di regolamentazione in 6 giurisdizioni, garantiamo un’esperienza di trading senza difficoltà.

AvaTrade è orgoglioso di essere partner globale del Manchester City, campioni della premier league 2018/19

DEMO GRATUITO