Crisi: Gli USA bruciano a marzo 663.000 posti di lavoro

Il tasso di disoccupazione è aumentato lo scorso mese negli Stati Uniti all'8,5%.

CONDIVIDI
Il Dipartimento del Lavoro degli USA ha appena comunicato che lo scorso mese sono andati persi nel settore non agricolo 663.000 impieghi (Nonfarm Payrolls). Gli economisti avevano previsto in media la perdita di 658.000 posti di lavoro. Il tasso di disoccupazione (Unemployment Rate) è aumentato a febbraio dall'8,1% all'8,5%. Il dato ha corrisposto esattamente alle previsioni degli esperti.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption