Wall Street chiude poco mossa, brilla IBM, male General Electric

Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,4% e il Nasdaq Composite lo 0,1%, l'S&P 500 ha perso invece meno dello 0,1%.

CONDIVIDI
I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi poco mossi. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,4% e il Nasdaq Composite lo 0,1%, l'S&P 500 ha perso invece meno dello 0,1%. Durante l'intera settimana il Dow Jones ha guadagnato il 7,3%, l'S&P 500 il 7% e il Nasdaq Composite il 7,4%.

La seduta è stata dominata dalle notizie arrivate dal fronte societario. Ancora bene il settore high-tech. IBM (US4592001014) ha aumentato lo scorso trimestre i suoi utili più di quanto previsto dagli analisti e migliorato il suo outlook sull'intero esercizio (per ulteriori dettagli clicca qui). Il titolo del leader mondiale dell'information technology ha chiuso in rialzo del 4,3%. Sulla scia di IBM Intel (US4581401001) ha guadagnato l'1,6%, Texas Instruments (US8825081040) il 3%, Hewlett-Packard (US4282361033) lo 0,8% e Cisco Systems (US17275R1023) l'1,9%

General Electric (US3696041033) ha perso il 6,1%. Gli utili del conglomerato sono calati nel secondo trimestre meno del previsto, l'andamento dei suoi ricavi ha però chiaramente deluso le attese di Wall Street (per ulteriori dettagli clicca qui).

Nel settore bancario Bank of America (US0605051046) ha chiuso in calo del 2,1%. La banca statunitense ha pubblicato una trimestrale migliore delle attese, il suo CEO ha avvertito però che la debolezza dell'economia mondiale, l'aumento della disoccupazione e il deterioramento della qualità dei crediti penalizzeranno il gruppo anche per il resto dell'anno e nel 2010. Citigroup (US1729671016) ha perso lo 0,3%. Citigroup ha generato lo scorso trimestre, a sorpresa, un utile di $4,3 miliardi. Il risultato è stato però dovuto alla vendita di Smith Barney. Gli accantonamenti per perdite su crediti di Citigroup sono aumentati più di quanto previsto dagli analisti.

Nel settore di Internet Google (US38259P5089) ha perso il 2,8%. L'impresa del più usato dei motori di ricerca ha registrato lo scorso trimestre una debole crescita dei suoi ricavi (per ulteriori dettagli clicca qui). Yahoo! (US9843321061) ha guadagnato il 4%. Secondo il blog "AllThingsDigital" il gigante di Internet e Microsoft (US5949181045) sarebbero vicini a raggiungere un accordo su una partnership nella ricerca online.

Mattel (US5770811025) ha guadagnato il 7,6%. Grazie al taglio dei suoi costi il primo produttore al mondo di giocattoli ha aumentato lo scorso trimestre i suoi profitti di più dell'80%.

CIT Group (US1255811085) è rimbalzato del 70,7%. Secondo quanto riportano diverse fonti CIT starebbe negoziando con un gruppo di banche per ricevere dei finanziamenti di breve termine che potrebbero salvarla dalla bancarotta.

Nel settore edile Lennar (US5260571048) ha chiuso in rialzo del 2%, D.R. Horton (US23331A1097) del 2,7%, Pulte Homes (US7458671010) dell'1,3%, KB Home (US48666K1097) del 4,2% e Centex (US1523121044) dell'1,3%. Le costruzioni di nuove case sono aumentate a giugno negli USA ai più alti livelli dallo scorso novembre.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption