Texas Instruments, utile primo trimestre +37%, sopra attese

texas-instruments-utile-primo-trimestre-37-sopra-attese
Il logo di Texas Instruments.

Texas Instruments si attende anche per il corrente trimestre un aumento dell'utile.

CONDIVIDI

Texas Instruments (US8825081040) ha annunciato oggi che nel primo trimestre del 2013 il suo utile netto è aumentato del 37% a $362 milioni, pari a $0,32 per azione. Il risultato include un beneficio fiscale di $65 milioni. Da notare è inoltre che sull'utile di Texas Instruments avevano pesato nello stesso periodo del 2012 i costi legati all'acquisizione di National Semiconductor. I ricavi sono calati lo scorso trimestre del 7,6% a $2,89 miliardi. Gli analisti avevano atteso in media un utile di $0,30 per azione e ricavi di $2,85 miliardi. La lenta crescita dell'economia globale ha fatto rallentare negli ultimi trimestri la domanda per i prodotti di Texas Instruments. Il gruppo texano ha reagito tagliando i suoi costi e concentrandosi maggiormente sui chip per l'industria automobilistica, l'automazione industriale ed il settore sanitario. Ciò non ha potuto però evitare un calo della profittabilità. Il margine lordo è calato da anno ad anno dal 49,1% al 47,6%. Per il corrente trimestre il produttore di semiconduttori prevede ricavi di $2,93 - $3,17 miliardi ed un utile di $0,37 - $0,45 per azione. Gli esperti delle banche d'affari avevano previsto ricavi di $3,04 miliardi ed un utile di $0,38 per azione. Nel dopo-borsa il titolo sale al momento dello 0,8%.

Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro