Halliburton ammette di aver distrutto prove disastro Deepwater Horizon

halliburton-ammette-di-aver-distrutto-prove-disastro-deepwater-horizon-
Il logo di Halliburton.

Halliburton pagherà, tra l'altro, la multa massima prevista dalla legge.

Halliburton (US4062161017) ha accettato di dichiararsi colpevole di distruzione di prove in relazione al disastro causato dalla fuoriuscita di petrolio nel Golfo del Messico nel 2010. Lo ha comunicato il Dipartimento di Giustizia degli USA.

Dopo aver riconosciuto la sua colpevolezza Halliburton pagherà la multa massima prevista dalla legge, $200.000, sarà oggetto di tre anni di libertà vigilata e continuerà a collaborare nel prosieguo dell'indagine penale da parte del governo.

Halliburton ha inoltre versato volontariamente alla Fondazione nazionale per la pesca e la natura $55 milioni.

L'esplosione della piattaforma petrolifera Deepwater Horizon nell'aprile del 2010 costò la vita a 11 persone e causò la più grave catastrofe naturale nella storia degli USA. Per 87 giorni fuoriuscirono ogni giorno in mare fino a 4,9 milioni di barili di greggio. Le coste furono devastate, il turismo e l'industria peschiera vennero colpite significativamente.

Halliburton aveva costruito le coperture dei pozzi. Le autorità statunitensi la accusano di aver aver commesso dei gravi errori nella loro cementificazione e di essere quindi insieme a BP (GB0007980591) e Transocean (KYG900781090) responsabile del disastro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS