Millisecondi che valgono milioni, fuga di informazioni dalla Fed?

millisecondi-che-valgono-milioni-fuga-di-informazioni-dalla-fedy-
La scorsa settimana c'è stata una sospetta impennata degli scambi a Chicago. © iStockPhoto

Alcuni operatori a Chicago potrebbero aver conosciuto la scorsa settimana la decisione della Fed in anticipo.

CONDIVIDI

La decisione della Federal Reserve di lasciare invariato il suo programma di acquisti di asset ha scatenato la scorsa settimana una pioggia di acquisti sui mercati finanziari e messo le ali ai prezzi dei metalli preziosi.

L'annuncio è stato dato dalla Banca Centrale, come d'abitudine, esattamente alle ore 14 di Washington (le 20 in Italia). Alcuni operatori erano però già a conoscenza dell'importante decisione della Fed. Almeno è quanto afferma Nanex, società specializzata in ricerche di mercato.

Nanex ha infatti osservato che già due-tre millisecondi dopo la decisione della Fed sono stati effettuati importanti ordini di contrattazione a Chicago, soprattutto sull'oro, per un volume totale di $800 milioni. Un'accelerazione simile dei volumi di scambio c'è stata anche a New York ma solamente cinque-sette millesecondi dopo. Nanex fa notare che ciò è impossibile perchè gli operatori newyorkesi hanno normalmente un vantaggio di cinque millesecondi sui loro colleghi di Chicago. Per trasferire la notizia da Washington a New York attraverso le reti ultraveloci ci vogliono infatti solo due millesecondi. Fino a Chicago ci vuole più tempo, di solito sette millesecondi.

L'unica spiegazione plausibile per Nanex è quindi che alcuni operatori a Chicago conoscevano già prima la decisione della Fed. Potrebbe essere stato commesso di conseguenza un reato di insider trading.

La Fed fornisce in effetti le informazioni relative alle sue decisioni ad alcuni giornalisti pochi minuti prima dei comunicati ufficiali. I giornalisti siedono però in sale controllate dalle autorità monetarie e non possono inoltrare i dati prima che le lancette degli orologi abbiano passato le 14. Secondo alcuni esperti un giornalista potrebbe tuttavia aver trasferito le informazioni su un server esterno cosicché queste sono diventate accessibili ai computer di Chicago prima delle 14.

La possibile fuga di dati ha imbarazzato le autorità statunitensi. La Fed ha annunciato che esaminerà le accuse sollevate da Nanex.

Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro