J.P. Morgan, terzo trimestre in rosso ma utile adjusted sopra attese

j.p.-morgan-terzo-trimestre-in-rosso-ma-utile-adjusted-sopra-attese
J.P. Morgan è la maggiore banca statunitense per asset.

Su J.P. Morgan hanno pesato lo scorso trimestre le elevate spese legali. Su base adjusted l'utile si è attestato a $1,42 per azione contro $1,21 per azione attesi dal consensus.

CONDIVIDI

J.P. Morgan Chase & Co. (US46625H1005) ha annunciato oggi di aver chiuso il terzo trimestre del 2013 in rosso di $380 milioni, pari a $0,17 per azione. Sui conti della prima banca statunitense per asset hanno pesato spese legali ante imposte per circa $9,2 miliardi.

Su base adjusted l'utile si è attestato a $1,42 per azione. I ricavi sono scesi dell'8% a $23,9 miliardi. Gli analisti avevano previsto un utile di $1,21 per azione e ricavi di $23,93 miliardi.

"Abbiamo registrato una solida performance in tutte le aree del nostro business, sfortunatamente, a rovinare il trimestre sono state le elevate spese legali", ha spiegato il CEO Jamie Dimon. "Anche se ci aspettiamo che i costi per i contenziosi legali scenderanno e si normalizzeranno con il tempo, potrebbero continuare ad essere volatili nei prossimi trimestri", ha aggiunto Dimon.

Nel pre-borsa il titolo sale al momento del 2,7%.

Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro