etoro

Petrolio: L'AIE taglia previsioni su domanda dopo crisi ucraina

petrolio-laie-taglia-previsioni-su-domanda-dopo-crisi-ucraina
La domanda di petrolio dovrebbe aumentare meno del previsto. © Shutterstock

L'AIE prevede ora per quest'anno un aumento della domanda di 1,29 milioni di barili al giorno. Tagliate anche le previsioni sull'offerta dei Paesi non OPEC.

Ultime notizie: L'Agenzia Internazionale per l'Energia (abbr. AIE) ha tagliato le sue previsioni sulla crescita della domanda di petrolio nel 2014 a seguito dei recenti sviluppi nell'Europa orientale.

L'organizzazione con sede a Parigi indica nel suo nuovo rapporto mensile che l'outlook sull'economia della Russia è peggiorato a causa della crisi ucraina.

L'AIE prevede ora per quest'anno un aumento della domanda di 1,29 milioni di barili al giorno. Si tratta di una riduzione di 60.000 barili al giorno rispetto alla precedente stima.

L'AIE ha inoltre rivisto al ribasso le sue previsioni sull'aumento delle forniture dei Paesi che non fanno parte dell'OPEC di 250.000 barili al giorno a 1,5 milioni di barili al giorno. La revisione è stata effettuata per tenere conto del calo della produzione nei vecchi pozzi russi e del possibile slittamento della riapertura del sito petrolifero di Kashagan, in Kazakhstan.

Secondo l'AIE l'OPEC dovrà perciò estrarre pù greggio nella seconda metà dell'anno per soddisfare la domanda. Mercoledì scorso il cartello aveva comunicato che la sua produzione è scesa a marzo ai minimi da cinque mesi.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS