Petrolio: WTI e Brent ai massimi da sei settimane

petrolio-wti-e-brent-ai-massimi-da-sei-settimane
Le quotazioni del WTI e del Brent sono oggi salite. © Shutterstock

Il WTI ha guadagnato lo 0,3%, il Brent l'1,6%. A spingere le quotazioni del petrolio è stata soprattutto la crisi ucraina.

CONDIVIDI

Ultime notizie: Il prezzo del petrolio ha chiuso anche oggi in rialzo. Il future sul WTI con scadenza maggio ha guadagnato al NYMEX lo 0,3% a $104,05 al barile. Era da sei settimane che il prezzo del petrolio non chiudeva a tali livelli.

La forte tensione in Ucraina ha fatto aumentare i timori dei mercati relativi alla futura offerta mondiale di greggio. Kiev ha minacciato di intervenire contro gli insorti filorussi nella parte orientale del Paese con una "operazione antiterrorismo". Mosca ha definito "criminale" il proposito del governo ucraino di schierare l'esercito.

Il prezzo del petrolio ha beneficiato oltre a ciò anche oggi dell'aumento della fiducia nella ripresa dell'economia statunitense. Le vendite al dettaglio sono aumentate a marzo dell'1,1%. Si è trattato del più forte aumento dal settembre del 2012. Le vendite al dettaglio sono un importante indicatore del consumo, il motore della crescita della prima economia mondiale.

Il Brent, il benchmark europeo, ha registrato oggi un aumento decisamente più forte di quello del WTI. Il future con scadenza maggio ha guadagnato all'ICE l'1,6% a $109,07 al barile. Si tratta del più alto livello da inizio marzo. Il future scade domani, ciò tende ad incrementare la volatilità dei prezzi. Secondo gli operatori una parte del mercato scommetterebbe inoltre su un riaumento dl premio del Brent rispetto al WTI. Tale premio si era ristretto venerdì a $3,28, mentre di solito è di circa $5.

Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro