eToro

Petrolio: La tensione in Iraq spinge i prezzi ai massimi da settembre

petrolio-la-tensione-in-iraq-spinge-i-prezzi-ai-massimi-da-settembre
Il prezzo del petrolio ha chiuso in forte rialzo. © Shutterstock

Il future sul WTI con scadenza luglio ha guadagnato al NYMEX il 2%. Il Brent sale del 2,8%.

Ultime notizie: Il prezzo del petrolio ha chiuso oggi in forte rialzo. Il future sul WTI con scadenza luglio ha guadagnato al NYMEX il 2% a $106,53 al barile. Era dallo scorso 18 settembre che il prezzo del petrolio non chiudeva a tali livelli.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Anche il Brent, il benchmark europeo, ha registrato un balzo. Il future con scadenza luglio ha guadagnato all'ICE il 2,8% a $113,02 al barile.

A spingere verso l'alto il prezzo del petrolio è stata l'ulteriore avanzata degli integralisti islamici nell'Iraq. Dopo aver preso il controllo di Mosul e della provincia di Baiji, i ribelli dell'Isis (Stato islamico dell'Iraq e del Levante) puntano alla capitale Baghdad.

I mercati temono che se le violenze dovessero continuare ci possa essere un significativo impatto sul mercato del petrolio. L'Iraq produce infatti attualmente circa il 3,5% del greggio globale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato