Borsainside.com

Il petrolio sale ancora, miglior settimana del 2014

il-petrolio-sale-ancora-miglior-settimana-del-2014
Il prezzo del petrolio continua a salire. © Shutterstock

Il WTI è salito durante l'intera settimana del 4,1%. Mercati preoccupati a causa della tensione in Iraq.

Il prezzo del petrolio ha chiuso anche oggi in rialzo. Il future sul WTI con scadenza luglio ha guadagnato al NYMEX lo 0,4% a $106,91 al barile. Era dallo scorso 18 settembre che il prezzo del petrolio non chiudeva a tali livelli.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Durante l'intera settimana il petrolio si è apprezzato del 4,1%. Si è trattato in questo modo della miglior performance settimanale da dicembre.

A spingere le quotazione del greggio sono stati ancora i timori legati all'avanzata degli integralisti islamici nell'Iraq.

Il presidente americano, Barack Obama, ha dichiarato oggi che le opzioni degli USA nella crisi sono ancora allo studio e che i militanti dell'Isis (Stato islamico dell'Iraq e del Levante) sono una minaccia anche per l'America. Parlando delle forniture di petrolio Obama ha spiegato che altri Stati produttori nel Golfo potrebbero dover aumentare la produzione per supplire a eventuali carenze.

Anche il Brent, il benchmark europeo, è salito oggi ulteriormente a causa della tensione in Iraq. Il future con scadenza luglio ha guadagnato all'ICE lo 0,4% a $113,41 al barile. Il Brent si è apprezzato durante l'intera settimana circa il 4%.

I mercati temono che se l'Iraq dovesse sprofondare nel caos l'impatto sul mercato del petrolio possa essere significativo. Il Paese produce infatti attualmente circa il 3,5% del greggio globale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS