Skin ADV

La Fed prosegue il tapering, acquisti asset ridotti a $35 miliardi

la-fed-prosegue-il-tapering-acquisti-asset-ridotti-a-35-miliardi
La sede centrale della Fed a Washington. © Shutterstock

Dal prossimo mese gli acquisti di titoli garantiti da mutui ipotecari e di Treasuries verranno ridotti rispettivamente a $15 e a $20 miliardi.

Il FOMC (Federal Open Market Committee), il comitato esecutivo della Federal Reserve, ha annunciato che ridurrà il suo programma di acquisti di bond di altri $10 miliardi a $35 miliardi al mese a partire dal 1 luglio. La decisione è stata presa all'unanimità.

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

Conosci il Social Trading?  Vedi chi sono i migliori investitori trader italiani e del mondo e inizi a copiare il loro portafoglio. Conto Demo gratuito con 100.000€ virtuali per provare senza spendere i tuoi soldi Scopri i migliori trader su eToro con un Conto Demo Gratuito >>

I tassi d'interesse sono stati confermati in un range compreso tra lo 0,00% e lo 0,25%.

Il tapering quindi continuerà. Dal prossimo mese gli acquisti di titoli garantiti da mutui ipotecari e di Treasuries verranno ridotti entrambi di altri $5 miliardi, rispettivamente a $15 e a $20 miliardi. Il programma di allentamento quantitativo aveva originariamente un volume di $85 miliardi. A seguito del miglioramento delle condizioni dell'economia la Fed ha deciso di ridurlo gradualmente.

I membri del FOMC si attendono ora che i tassi saliranno un po' più velocemente di quanto previsto in precedenza. Le previsioni per la fine del 2015 sono state alzate dall'1% all'1,25% e quelle per la fine del 2016 dal 2,25% al 2,5%. La revisione al rialzo si spiega con il fatto che la Fed continua ad attendersi un'accelerazione della crescita economica nei prossimi due anni.

La Fed ha tagliato le previsioni di crescita per il PIL degli Stati Uniti nel 2014 dal 2,8% - 3,0% al 2,1% - 2,3%. I membri del FOMC indicano che il freddo inverno ha frenato la ripresa nel primo trimestre, ma che l'attività economica è rimbalzata negli ultimi mesi. Le previsioni di crescita per il 2015 e il 2016 sono state confermate rispettivamente al 3,0% - 3,2% e al 2,5% - 3,0%.

Il rafforzamento della crescita economica dovrebbe far scendere il tasso di disoccupazione un po' più rapidamente, dal 6% alla fine del 2014 al 5,4% nel 2015 e al 5,1% nel 2016.

iQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro