Il prezzo dell'oro affonda sotto $1.200, pesano dati occupazione

il-prezzo-delloro-affonda-sotto-1.200-pesano-dati-occupazione
Il prezzo dell'oro è andato oggi a picco. © Shutterstock

Il future con scadenza dicembre ha perso al Comex l'1,8% a $1.192,90 l'oncia. Pioggia di vendite anche sugli altri metalli preziosi.

CONDIVIDI

Ultime notizie: Il prezzo dell'oro ha chiuso oggi in deciso ribasso. Il future con scadenza dicembre ha perso al Comex l'1,8% a $1.192,90 l'oncia. Si tratta del più basso livello dal 3 agosto del 2010.

Il rapporto sul mercato del lavoro statunitense ha sorpreso positivamente. Gli USA hanno creato lo scorso mese più posti di lavoro di quanto atteso dagli economisti. Il tasso di disoccupazione è sceso inoltre per la prima volta dal 2008 al di sotto del 6%. Gli investitori temono ora che il miglioramento dell'occupazione possa spingere la Federal Reserve ad alzare i tassi d'interesse prima del previsto. Un aumento del costo del denaro è negativo per l'oro perchè riduce i rischi di inflazione e spinge il dollaro.

Il biglietto verde si è apprezzato significativamente dopo la pubblicazione dei dati sull'occupazione. Il Dollar Index, l'indice che misura il valore del biglietto verde in relazione al paniere delle altre principali valute, è balzato a 86,75 punti ovvero ai massimi livelli da più di quattro anni.

Il balzo del dollaro ha scatenato una pioggia di vendite anche sugli altri metalli preziosi. Il future sull'argento ha perso l'1,1% a $16,82 l'oncia. Si tratta del più basso valore da quattro anni e mezzo. Il future sul platino ha perso il 3,4% a $1.226,90 l'oncia, minimo da cinque anni. Era inoltre dal giugno del 2013 che il platino non registrava un tale ribasso in una sola seduta. Il palladio ha perso l'1,8% a $754,55 l'oncia, minimo da sette mesi.

Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro