Petrolio: L'AIE taglia le stime sulla domanda nel 2015

Petrolio: L'AIE taglia le stime sulla domanda nel 2015
La domanda di petrolio dovrebbe crescere meno del previsto. © Shutterstock

L'AIE prevede ora per il 2015 una crescita della domanda di 0,9 milioni di barili al giorno. Alzate le stime sulla produzione non-OPEC.

CONDIVIDI

L'Agenzia Internazionale per l'Energia (abbr. AIE) ha tagliato le sue stime sulla crescita della domanda globale di petrolio.

L'organizzazione con sede a Parigi indica nel suo nuovo rapporto mensile che la revisione riflette soprattutto l'aspettativa di un minore consumo da parte dei Paesi esportatori di greggio, come la Russia.

L'AIE prevede ora per il 2015 una crescita della domanda di 0,9 milioni di barili al giorno, ovvero dell'1%, a 93,3 milioni di barili al giorno Si tratta di una riduzione di 230.000 barili al giorno rispetto alla precedente stima. Le previsioni sulla domanda nel 2014 sono state confermate a +0,7 milioni di barili al giorno.

L'AIE ha alzato allo stesso tempo le sue stime sulla crescita della produzione dei Paesi non-OPEC nel 2015 di 200.000 barili al giorno a 1,3 milioni di barili al giorno. La loro offerta dovrebbe in questo modo salire il prossimo anno a 57,8 milioni di barili al giorno. L'AIE prevede che la produzione dei Paesi non-OPEC registrerà nel 2014 la crescita record di 1,9 milioni di barili al giorno.

La crescente offerta di greggio sul mercato ed il rallentamento della domanda hanno fatto crollare negli ultimi mesi i prezzi del petrolio. Dai massimi di giugno il Brent e il WTI hanno perso più del 40%.

Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro