Petrolio: Il WTI si stabilizza, il Brent chiude sotto 60 dollari

Petrolio: Il WTI si stabilizza, il Brent chiude sotto 60 dollari
La pressione sui prezzi del petrolio resta molto elevata. © Shutterstock

Il WTI ha chiuso in rialzo dello 0,1%, il Brent ha perso il 2%. Era dal maggio del 2009 che il benchmark europeo non chiudeva sotto $60 al barile.

CONDIVIDI

In una seduta molto volatile il prezzo del petrolio ha recuperato oggi terreno dai suoi minimi intraday, il WTI ha potuto chiudere in rialzo. Il future con scadenza gennaio ha guadagnato al NYMEX lo 0,1% a $55,93 al barile. Nel corso della seduta il WTI ha toccato un minimo a $53,90.

Dopo essere sceso fino a $58,50 il future sul Brent con scadenza gennaio ha perso all'ICE il 2% a $59,86 al barile. Era dal maggio del 2009 che il benchmark europeo non chiudeva al di sotto di $60 al barile.

La pressione sui prezzi del petrolio è stata anche oggi molto elevata. L'indice PMI di HSBC relativo al settore manifatturiero della Cina è sceso a dicembre sotto 50 punti. La notizia ha fatto aumentare i dubbi dei mercati sulle prospettive della domanda di greggio. Il ministro del Petrolio kuwaitiano, Ali al-Omair, ha inoltre ribadito che l'OPEC non ha l'intenzione di cambiare le sue decisioni sui livelli di produzione.

Il recupero dei prezzi  del petrolio è stato dovuto alla crescente convinzione che i recenti ribassi siano stati esagerati e che ci sarà presto un rimbalzo.  Il WTI è stato sostenuto anche dall'aspettativa di un calo delle scorte negli Stati Uniti. I dati verranno pubblicati domani dal Dipartimento dell'Energia.

Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro