Wall Street chiude la prima settimana del 2015 in flessione

Wall Street chiude la prima settimana del 2015 in flessione
Wall Street ha chiuso in flessione. © Shutterstock

Il Dow Jones ha perso l'1%, l'S&P 500 lo 0,8% e il Nasdaq Composite lo 0,7%. Vendite sul settore finanziario. Torna a scendere il petrolio.

CONDIVIDI

I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi in flessione. Il Dow Jones ha perso l'1%, l'S&P 500 lo 0,8% e il Nasdaq Composite lo 0,7%. Durante l'intera settimana il Dow Jones ha perso lo 0,5%, l'S&P lo 0,7% e il Nasdaq Composite lo 0,5%.

Gli USA hanno creato lo scorso mese più posti di lavoro di quanto atteso dagli economisti, i salari sono però a sorpresa calati. La notizia ha fatto aumentare i timori di Wall Street legati alle pressioni deflazionistiche negli USA.

Gli investitori continuano inoltre ad essere preoccupati a causa della situazione in Europa. Secondo quanto riporta "Bloomberg" la BCE starebbe studiando di acquistare titoli di Stato fino ad un valore di €500 miliardi. Le precedenti voci di stampa avevano ipotizzato un allentamento quantitativo da €1.000 miliardi. I mercati temono che la somma indicata dalle fonti raccolte da "Bloomberg" non sarà sufficiente a far uscire l'Eurozona dalla crisi.

Nel settore finanziario J.P. Morgan Chase & Co. (US46625H1005) ha perso l'1,7%, Goldman Sachs (US38141G1040) l'1,5% e  American Express (US0258161092) l'1,3%.

Tra i petroliferi Chevron (US1667641005) ha perso il 2% e Halliburton (US4062161017) l'1%. Il prezzo del petrolio è tornato oggi a scendere al NYSE.

DuPont (US2635341090) ha perso l'1,4%. La battaglia per il controllo della compagnia si è intensificata. Trian Partners del miliardario e  finanziere Nelson Peltz ha annunciato di voler occupare quattro posti nel board di DuPont.

Macy's (US55616P1049) ha perso il 2,8%. La più grande catena di grandi magazzini degli USA ha annunciato un processo di ristrutturazione che include la chiusura di 14 filiali.

Bed Bath & Beyond (US0758961009) ha chiuso in ribasso del 6,8%.  Le vendite della prima catena statunitense di articoli per la casa sono aumentate lo scorso trimestre meno di quanto atteso dagli analisti.

Keurig Green Mountain (US3931221069) ha guadagnato lo 0,9%. UBS ha avviato la copertura sul leader statunitense del caffè in capsule con "Buy".

Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro