Wall Street vola dopo la Fed, dollaro a picco

Wall Street vola dopo la Fed, dollaro a picco
Wall Street ha chiuso in netto rialzo. © iStockPhoto

Il Dow Jones ha guadagnato l'1,3%, l'S&P 500 l'1,2% e il Nasdaq Composite lo 0,9%. Forti acquisti sulle materie prime. Bene Oracle.

CONDIVIDI

I principali indici azionari statunitensi hanno chiuso oggi in netto rialzo. Il Dow Jones ha guadagnato l'1,3%, l'S&P 500 l'1,2% e il Nasdaq Composite lo 0,9%.

Wall Street ha preso il volo nelle ultime due ore di contrattazione. La Fed ha eliminato la parola "paziente" dalla forward guidance sui tassi. Tuttavia le indicazioni arrivate dalla banca centrale sono state chiaramente da "colomba". In particolare le stime medie per i Fed Funds alla fine del 2015 sono state riviste significativamente al ribasso.

Subito dopo il comunicato della Fed sul mercato azionario si è scatenata una pioggia d'acquisti. I rendimenti dei Treasuries sono crollati, il dollaro è andato a picco mentre i prezzi delle materie prime hanno registrato un balzo.

Nel settore minerario Barrick Gold (CA0679011084) ha guadagnato il 6,2%, Freeport McMoRan (US35671D8570) il 4,7% e Newmont Mining (US6516391066) il 3,4%. Nel settore petrolifero Exxon Mobil (US30231G1022) ha guadagnato il 2,4%, Chevron (US1667641005) il 3,4% e ConocoPhillips (US20825C1045) il 2,6%. Il prezzo del petrolio ha guadagnato oggi a New York il 2,8%. Il euro-dollaro è balzato oltre quota 1,10, da circa 1,06 a metà giornata. Un dollaro più debole è un fattore positivo per le materie prime, che sono denominate in dollari, perchè le rende meno care per chi possiede altre divise.

Oracle (US68389X1054) ha guadagnato il 2,9%. Il gigante dell'high-tech ha annunciato una buona trimestrale ed aumentato il suo dividendo del 25%.

FedEx (US31428X1063) ha perso l'1,4%. Il gruppo leader nella spedizione di merci ha aumentato lo scorso trimestre i ricavi meno di quanto atteso dagli analisti.

Adobe (US00724F1012) ha perso il 3,5%. Il numero degli abbonati alla Creative Cloud è aumentato lo scorso trimestre 517.000 unità. Gli analisti avevano previsto 573.000 unità.

General Mills (US3703341046) ha guadagnato l'1,6%. Il produttore di cereali ha annunciato per lo scorso trimestre un utile adjusted di $0,70 per azione. Il consensus era di $0,67 per azione.

Microsemi (US5951371005) ha guadagnato il 2,4%. Il produttore di semiconduttori ha annunciato che acquisterà il rivale Vitesse Semiconductor (US9284971069) per $359 milioni in contanti. Il titolo di Vitesse è balzato del 37,3%.

Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro