Borsainside.com

Petrolio: Prezzi ancora in calo, WTI in fase orso

Petrolio: Prezzi ancora in calo, WTI in fase orso
Il prezzo del petrolio continua a scendere. © iStockPhoto

Il future con scadenza settembre ha perso al NYMEX l'1,5% a $48,45 al barile.

Il prezzo del petrolio ha chiuso anche oggi in netto ribasso. Il future sul WTI con scadenza settembre ha perso al NYMEX l'1,5% a $48,45 al barile. Si tratta del più basso livello dallo scorso 31 marzo. Il WTI è entrato in fase "orso". Le quotazioni del petrolio trattato sul mercato americano hanno infatti perso dai loro recenti massimi più del 20%.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Anche il Brent ha perso l'1,5%. Il future con scadenza settembre ha chiuso all'ICE a $55,27 al barile, ovvero ai minimi dallo scorso 2 aprile.

Gli investitori continuano ad essere preoccupati a causa dell'elevata offerta sul mercato petrolifero. I dati pubblicati ieri dal Dipartimento dell'Energia hanno mostrato che la produzione degli USA resta nei pressi dei massimi livelli da 40 anni. Nonostante la forte domanda da parte delle raffinerie, le scorte statunitensi sono salite la scorsa settimana a 463,9 milioni di barili. Si tratta di quasi 100 milioni di barili in più rispetto alla media degli ultimi cinque anni.

A pesare sul prezzo del petrolio è stata inoltre la persistente forza del dollaro. Dopo essersi temporaneamente indebolito il biglietto verde è tornato a salire alla notizia che le richieste di sussidi alla disoccupazione sono calate negli USA ai più bassi livelli dal 1973. Un dollaro più forte è un fattore negativo per le materie prime denominate in dollari, come il petrolio, perchè le rende più care per chi possiede altre divise.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS