Petrolio: Goldman non escluse un calo dei prezzi a 20 dollari

Petrolio: Goldman non escluse un calo dei prezzi a 20 dollari
Goldman Sachs si attende un ulteriore calo del prezzo del petrolio. © Shutterstock

Secondo la banca d'affari la sovrabbondanza di offerta a livello globale persisterà anche il prossimo anno.

Goldman Sachs è diventata decisamente più prudente sulle prospettive del prezzo del petrolio. Secondo la banca d'affari la sovrabbondanza di offerta a livello globale persisterà anche il prossimo anno a causa dell'ulteriore crescita della produzione da parte dell'OPEC.

Goldman ha tagliato le sue previsioni sul Brent nel 2016 da $62 a $49,50 al barile e sul WTI da $57 a $45 al barile. "L'eccesso di offerta sul mercato è ancora più elevato di quanto avessimo previsto e ci attendiamo ora che questo surplus persisterà nel 2016", si legge in una nota.

Goldman avverte che, se la produzione non rallenterà, il prezzo del petrolio potrebbe scendere fino a $20 al barile visto che il surplus supererà significativamente le capacità di stoccaggio e logistica. "Un tale declino dei prezzi sarebbe transitorio e aiuterebbe immediatamente a ribilanciare la domanda e l'offerta", indicano gli analisti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS