Petrolio in caduta libera, Brent e WTI chiudono sotto 30 dollari

Petrolio in caduta libera, Brent e WTI chiudono sotto 30 dollari
Nuovo crollo dei prezzi del petrolio. © Shutterstock

Il Brent ed il WTI hanno perso rispettivamente il 6,3% e il 5,7%. Il petrolio iraniano potrebbe tornare sul mercato.

CONDIVIDI

Dopo una seduta di pausa il prezzo del petrolio ha ripreso oggi a scendere rapidamente. Il future sul WTI con scadenza febbraio ha perso al NYMEX il 5,7% a $29,42 al barile. Era dal novembre del 2003 che il greggio quotato a New York non chiudeva sotto $30 al barile. Durante l’intera settimana il WTI è sceso dell’11,3%.

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Con la rivoluzione del Social Trading scopri chi sono i migliori trader italiani e del mondo e inizia a copiare automaticamente le prestazioni del loro portafoglio di trading. Demo gratuita da 100.000€  Scopri i migliori trader >>

Il future sul Brent con scadenza marzo ha perso all'ICE il 6,3% a $28,94 al barile. Si è trattato del più forte ribasso in una seduta da 11 mesi. Era dal febbraio del 2004 che il Brent non chiudeva a tali livelli. Durante l’intera settimana il benchmark europeo è sceso di più del 14%. Il Brent quota con uno sconto di $1,45 rispetto al WTI, il più ampio dal 2010.

Le borse della Cina, il secondo maggiore consumatore al mondo di greggio, sono andate oggi a picco. L’indice Shanghai Composite è entrato in fase orso e lo yuan si è deprezzato significativamente. Ad incrementare i timori relativi alla domanda sono stati i deboli dati macroeconomici pubblicati oggi negli USA.

Sui prezzi del petrolio ha pesato inoltre l’aspettativa che le sanzioni contro l’Iran saranno presto rimosse. Se ciò dovesse accadere l’offerta sul mercato petrolifero, già saturo, aumenterebbe ulteriormente. Il ministro del Petrolio iraniano, Bijan Namdar Zanganeh, ha dichiarato la scorsa settimana che Teheran incrementerà la sua produzione di 0,5 milioni di barili al giorno in poche settimane dopo la fine delle sanzioni e di altri 0,5 milioni di barili fra sei mesi.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro