eToro

Metalli: Argento superstar, +27% dall’inizio del 2016

Metalli: Argento superstar, +27% dall’inizio del 2016
L'argento si è apprezzato significativamente. © Shutterstock

Nel mese di aprile la quotazione del metallo prezioso è salita al Comex del 15,2%.

Il prezzo dell'argento ha accelerato nelle ultime settimane al rialzo. Nel mese di aprile la quotazione del metallo prezioso è salita al Comex del 15,2%. In questo modo l’argento ha fatto decisamente meglio dell’oro che lo scorso mese si è apprezzato di solo il 4,4%. La performance dall’inizio dell’anno è pari a +27% contro il +20% del metallo giallo. Alla base di questo rally ci sono diversi fattori.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

Il fattore dollaro

In primo luogo l’argento beneficia come l’oro della crescente aspettativa che la Federal Reserve rallenterà il ritmo del rialzo dei tassi d'interesse a causa dei maggiori rischi per le prospettive di crescita e della bassa inflazione. Ciò ha indebolito il dollaro.

Il Dollar Index, l'indice che misura il valore del biglietto verde in relazione al paniere delle altre principali valute, è sceso la scorsa settimana ai minimi da otto mesi. Un dollaro più debole è un fattore positivo per le materie prime denominate in dollari, come l’oro e l’argento, perché le rende meno care per chi possiede altre divise.

Argento in deficit di offerta

Per il mercato dell’argento si prospetta un aumento del deficit di offerta. La società di ricerca CPM prevede che la produzione mineraria del metallo calerà nel 2016 per la prima volta dal 2011, mentre la domanda crescerà per il quarto anno di fila. Secondo gli esperti il 2016 potrebbe essere perciò per l’argento “un anno di svolta”.

Nel dettaglio CPM si attende che la produzione delle miniere scenderà nel 2016 del 2,4% a 784,8 milioni di once. La domanda dovrebbe crescere allo stesso tempo dell’1,6% a 889,7 milioni di once. CPM stima che il mercato dell’argento registrerà quest’anno un deficit di 44,7 milioni di once, il più elevato dal 2005 e in forte aumento dal deficit di 11,9 milioni di once del 2015.

Il fattore Cina

La Cina ha incrementato in maniera significativa i suoi acquisti di argento. Pechino sta cercando infatti di ridurre ulteriormente la sua forte esposizione sul dollaro. Dopo aver diversificato le sue riserve valutarie, investendo in oro e euro, il colosso asiatico sta puntando ora sempre più sull’argento.

Non a caso la China Construction Bank (CN000A0HF1W3) è diventata a marzo la prima banca cinese a partecipare al fixing dell’argento a Londra.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato