Il petrolio precipita ai minimi da tre settimane, ma in agosto sale del 7,5%

Il petrolio precipita ai minimi da tre settimane, ma in agosto sale del 7,5%
Il prezzo del petrolio ha chiuso in forte flessione. © Shutterstock

Il future sul WTI con scadenza ottobre ha perso al NYMEX il 3,6% a $44,70 al barile.

Il prezzo del petrolio ha chiuso oggi in forte flessione. Il future sul WTI con scadenza ottobre ha perso al NYMEX il 3,6% a $44,70 al barile. Si tratta del più basso livello dallo scorso 12 agosto. Il future sul Brent con scadenza ottobre ha perso all'ICE il 2,8% a $47,04 al barile.




✅ Conosci il social trading di eToro? Con la funzione CopyTrader™ puoi investire copiando in automatico le strategie dei migliori trader del mondo! — Oggi puoi avere un conto Demo GRATUITO con 100.000€ di credito virtuale >>

I timori legati all’elevata offerta sul mercato petrolifero sono oggi ulteriormente aumentati. Le scorte di petrolio sono cresciute la scorsa settimana negli USA di 2,3 milioni di barili. Gli analisti avevano previsto una crescita di soli 0,6 milioni di barili. Le scorte di benzina hanno registrato un calo, ma nettamente inferiore alle previsioni. Le scorte di distillati sono infine a sorpresa aumentate di 1,5 milioni di barili.

Nonostante le perdite di oggi il WTI ed il Brent hanno guadagnato ad agosto rispettivamente il 7,5% ed il 10%. A spingere le quotazioni del petrolio è stata durante le scorse settimane la speranza che i membri dell'OPEC possano decidere alla riunione informale di Algeri, in programma il prossimo mese, di congelare la produzione. Tuttavia i mercati sono diventati ultimamente più scettici sulle possibilità di un accordo anche perché l’Iran ha ribadito di voler spingere la sua attività produttiva ai livelli pre-sanzioni.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS