Il prezzo dell'oro chiude ai minimi da una settimana su timori rialzo tassi

Il prezzo chiude ai minimi da una settimana su timori rialzo tassi
Il prezzo dell'oro ha chiuso anche oggi in ribasso. © Shutterstock

Il future sul metallo giallo con scadenza dicembre ha perso al Comex lo 0,5% a $1.334,50 l'oncia.

CONDIVIDI

Il prezzo dell'oro ha chiuso oggi per la terza seduta di fila in ribasso. Il future con scadenza dicembre ha perso al Comex lo 0,5% a $1.334,50 l'oncia. Si tratta del più basso livello da una settimana.

A pesare sulla quotazione dell’oro è stato l’aumento dei timori relativi ad una stretta monetaria negli Stati Uniti. Eric Rosengren, il presidente della Fed di Boston, ha avvertito che l’istituto centrale andrà incontro a rischi crescenti se aspetterà troppo a lungo a rialzare i tassi d'interesse. Rosengren ritiene quindi che una politica monetaria gradualmente restrittiva sia appropriata.

Un rialzo dei tassi è negativo per l’oro perché riduce i rischi di inflazione e rafforza il dollaro. Il Dollar Index è salito oggi fino a 95,88 punti, dai 94,99 punti di ieri. Se il dollaro si rafforza le materie prime denominate nel biglietto verde, come l’oro, diventano meno appetibili per chi possiede altre divise. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Nonostante le recenti perdite l’oro si è apprezzato durante l’intera settimana dello 0,6%. Tra gli altri principali metalli, l'argento ha perso oggi l’1,6% a $19,36 l’oncia (invariato in settimana), il rame lo 0,4% a $2,093 per libra (+0,7% in settimana), il platino l’1,6% a $1.067,50 l’oncia (+0,5% in settimana) e il palladio l’1,2% a $679,50 l’oncia (+0,9% in settimana).

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption