Wall Street scende, male Apple ed i petroliferi

Wall Street scende, male Apple ed i petroliferi
Wall Street ha chiuso in ribasso. © Shutterstock

Tonfo del petrolio. Accordo ad Algeri su produzione improbabile. Su Apple pesano notizie su calo vendite iPhone in Europa.

CONDIVIDI

L’effetto Fed è oggi finito a Wall Street. Dopo i guadagni delle due scorse sedute i principali indici statunitensi hanno chiuso oggi in ribasso. Il Dow Jones ha perso lo 0,7%, l'S&P 500 lo 0,6% e il Nasdaq Composite lo 0,6%. Durante l’intera settimana il Dow Jones ha guadagnato lo 0,8%, l’S&P 500 l’1,2% e il Nasdaq Composite l’1,2%.

A pesare sul mercato azionario statunitense sono state oggi le perdite di Apple (US0378331005) e dei petroliferi. Il titolo dell’impresa della mela ha chiuso in ribasso dell’1,7%. Secondo la società di ricerca GfK le vendite dell’iPhone sono state finora in Europa nettamente inferiori a quelle registrate lo scorso anno.

Nel settore petrolifero ConocoPhillips (US20825C1045) ha perso il 2,6% e Halliburton (US4062161017) l’1,9%. Il prezzo del petrolio ha chiuso oggi a New York in ribasso del 4%. Secondo indiscrezioni di stampa l’Iran non sarebbe disposto a trattare su un congelamento della sua produzione (Petrolio, accordo improbabile ad Algeri, l’Iran non vuole scendere a compromessi).

Facebook (US30303M1027) ha perso l’1,6%. Secondo quanto riporta il “Wall Street Journal” il social network avrebbe per due anni sovrastimato il tempo medio di visione delle pubblicità video. In questo modo gli inserzionisti avrebbero pagato più del dovuto. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Twitter (US90184L1026) ha guadagnato il 21,4%. Secondo quanto riporta l’emittente televisiva CNBC alcuni grandi gruppi tecnologici sarebbero interessati al noto sito di micromessaggi.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption