Petrolio: OPEC annuncia accordo su produzione, che dicono gli analisti?

Petrolio: OPEC annuncia accordo su produzione, che dicono gli analisti?
L'OPEC ha trovato un accordo sulla produzione. © Shutterstock

Secondo Goldman il petrolio potrebbe costare nella prima metà del prossimo anno 7-10 dollari più del previsto.

CONDIVIDI

Il petrolio potrebbe costare nella prima metà del prossimo anno 7-10 dollari più del previsto dopo che l’OPEC ha raggiunto ieri un accordo preliminare per limitare la sua produzione per la prima volta da otto anni. Lo afferma Goldman Sachs.

L’OPEC ha comunicato ieri ad Algeri di voler limitare la produzione tra 32,5 e 33 milioni di barili al giorno nel 2017. Il cartello produce attualmente circa 33,2 milioni di barili al giorno.

“Un’attuazione rigorosa dell’accordo comporterebbe un calo della produzione tra 480.000 e 980.000 barili al giorno”, indica Goldman in una nota. “Nel lungo termine, rimaniamo scettici sull’implementazione delle quote proposte, anche se il patto sarà ratificato”, sottolineano gli analisti.

La banca d’affari ha perciò confermato le sue stime sul prezzo medio del WTI per il quarto trimestre a $43 al barile e per il 2017 a $53 al barile.

Goldman aggiunge che anche se l’accordo dovesse essere rigorosamente attuato, sarebbe controproducente nel medio termine perché l’aumento dei prezzi dovrebbe far aumentare le attività di perforazione attorno al globo.

Anche Morgan Stanley è scettica. La casa d’investimento ha osservato che finora si conoscono pochi dettagli relativi al patto e che l’OPEC non vanta di una buona reputazione in termini di promesse.

Per Sociéte Générale l’accordo è stato “una grande sorpresa” e dovrebbe spostare il peso della bilancia verso le posizione lunghe. “Crediamo che gli investitori saranno ora molto più restii ad aprire significative posizioni corte sul petrolio”. La banca d’affari francese prevede d’altra parte che i prezzi rimarranno volatili. “L’incertezza relativa all’accordo, con gli associati sviluppi e notizie, contribuiranno ad un’elevata volatilità nei prossimi due mesi”. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

La notizia dell’accordo ad Algeri tra i membri dell’OPEC ha messo le ali ai prezzi del petrolio. Il WTI ha chiuso ieri al NYMEX in rialzo del 5,3% a $47,05 al barile, mentre il Brent ha guadagnato all’ICE il 5,9% a $48,69 al barile. Attualmente il WTI scende dello 0,1% a $47,02 al barile, il Brent è in calo dello 0,3% a $49,10.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption