Skin ADV

Petrolio: L’OPEC aumenta la produzione, alza stime su offerta non-OPEC

Petrolio: L’OPEC aumenta la produzione, alza stime su offerta non-OPEC
La bandiera dell'OPEC. © Shutterstock

La produzione dell'OPEC è aumentata a settembre di 220.000 barili a 33,39 milioni di barili al giorno.

L'OPEC ha aumentato a settembre la sua produzione di petrolio rispetto ad agosto di 220.000 barili a 33,39 milioni di barili al giorno. È quanto emerge dall’ultimo rapporto mensile del cartello, pubblicato oggi.



✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26 — Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝carta MASTERCARD, per accreditare lo stipendio o fare bonifici in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>
✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝carta MASTERCARD, per accreditare lo stipendio o fare bonifici in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>

L’OPEC ha raggiunto a fine settembre ad Algeri un accordo preliminare per tagliare la sua produzione di circa 700.000 barili al giorno a 32,5-33 milioni di barili al giorno. I dettagli del piano, incluse le quote con cui contribuiranno i singoli Paesi, saranno decisi alla riunione ufficiale in programma il prossimo 30 novembre a Vienna.

I dati sulla produzione contenuti nel nuovo rapporto dell’OPEC divergono da quelli annunciati dai singoli Paesi. Ciò potrebbe rendere più difficili le trattative nella capitale austriaca. Secondo l’OPEC l’Iraq ha prodotto a settembre 4,46 milioni di barili al giorno, contro i 4,78 milioni di barili indicati da Bagdad. Il rapporto del cartello indica inoltre che la produzione dell’Arabia Saudita è calata a settembre di 87.500 barili a 10,49 milioni di barili al giorno. Riad ha invece comunicato che la sua attività produttiva è crescita lo scorso mese leggermente a 10,65 milioni di barili al giorno.

L’OPEC ha alzato le sue stime sulla crescita dell’offerta dei Paesi non-OPEC nel 2017 di 40.000 barili a 240.000 barili al giorno. La revisione è stata effettuata soprattutto per tenere conto dei nuovi progetti in Russia.

Lunedì scorso il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato al Congresso Mondiale dell'Energia di Istanbul che il suo Paese è pronto ad aderire ad un piano per congelare o tagliare la produzione, senza tuttavia fornire alcun dettaglio. Oggi si terrà nella capitale turca un minimi vertice tra i Paesi OPEC e quelli non-OPEC.

Dopo aver chiuso ieri in rosso i prezzi del petrolio salgono oggi. Il Brent guadagna al momento lo 0,6% a $52,70 al barile, mentre il WTI si apprezza dello 0,5% a $51,04 al barile.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Investous

Scopri la semplicità della piattaforma
WEBTRADER di Investous!

Inizia a fare trading con un conto demo gratuito da 100.000$

Ora puoi fare trading sui CFD e nel forex con spread competitivi una leva fino a 1:400*

DEMO GRATUITO