Prezzo oro ancora in calo, BNP Paribas lo vede a 1.130 dollari nel 2017

Prezzo oro ancora in calo, BNP Paribas lo vede a 1.130 dollari nel 2017
Il prezzo dell'oro è sceso per la quarta seduta di fila. © Shutterstock

Il future con scadenza dicembre ha perso al Comex lo 0,6% a 1.266,40 dollari l'oncia.

CONDIVIDI

Il prezzo dell'oro ha chiuso oggi per la quarta seduta di fila ribasso. Il future con scadenza dicembre ha perso al Comex lo 0,6% a 1.266,40 dollari l'oncia.

Donald Trump non fa più paura, anzi. I mercati scommettono che il nuovo presidente spingerà la crescita economica. Durante la campagna elettorale il tycoon newyorkese ha promesso tagli alle tasse ed un aumento della spesa, soprattutto nelle infrastrutture. Visto che i Repubblicani controlleranno anche Camera e Senato sussiste la possibilità che i suoi programmi diventino realtà. Gli investitori hanno perciò continuato a ridurre le loro posizioni nell’oro, il bene rifugio per eccellenza, per acquistare asset più speculativi.

L’aumento della fiducia nelle prospettive dell’economia statunitense ha spinto anche oggi il dollaro, un altro fattore che ha penalizzato il metallo giallo. Il Dollar Index è salito oggi fino a 99,08 punti, dai 98,62 punti di ieri. Se il biglietto verde si rafforza le materie prime denominate nella valuta statunitense, come l’oro, diventano meno appetibili per chi possiede altre divise.

CMC Markets ritiene tuttavia che l’oro beneficerà nel medio-lungo termine delle incertezze politiche. Il broker ha indicato che ci sono molti importanti eventi nei prossimi mesi che dovrebbero sostenere i prezzi: il referendum in Italia a dicembre, l’inizio della presidenza di Trump a gennaio, le elezioni in Francia in primavera e quelle in Germania in autunno.

BNP Paribas crede invece che la normalizzazione della politica monetaria da parte della Fed e la divergenza nei rendimenti, che dovrebbe rafforzare il dollaro, avranno un impatto negativo sull’oro nel lungo termine. La banca francese ha rivisto le sue previsioni per il 2016 a 1.255 dollari l’oncia e per il 2017 a 1.130 dollari l’oncia. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Tra gli altri principali metalli, l'argento ha guadagnato oggi il 2% a $18,74 l’oncia, il palladio il 2,2% a $696,50 l’oncia e il rame il 3,7% a $2,551 per libra. Il platino ha perso il 2,1% a $982,20 l’oncia.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption