Quotazione dollaro: continua l’effetto Trump, massimi da nove mesi

Quotazione dollaro: continua l’effetto Trump, massimi da nove mesi
Il dollaro continua a salire dopo l'elezione di Trump. © Shutterstock

Il Dollar Index è salito fino a 99,68 punti. Euro sotto 1,08 dollari.

CONDIVIDI

Continua il rally della quotazione del dollaro dopo l’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti. Il Dollar Index, l'indice che misura il valore del biglietto verde in relazione al paniere delle altre principali valute, è salito fino a 99,68 punti. Si tratta del più alto livello dallo scorso 29 gennaio.

Gli investitori scommettono che le politiche economiche dell’amministrazione repubblicana sotto Donald Trump spingeranno la crescita economica e l’inflazione. Non si arrestano perciò anche le vendite sui Treasury. Il rendimento del titolo a dieci anni degli Stati Uniti è salito questa mattina fino al 2,2%, ovvero ai massimi da dieci mesi.

Nel dettaglio il dollaro è salito fino a 107,60 yen. Si tratta dei massimi dal 7 giugno. L’euro è sceso fino a 1,0773 dollari, ovvero ai minimi da inizio gennaio. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

In calo anche la sterlina. Dopo la ripresa della scorsa settimana la valuta britannica è scesa fino a 1,2510 dollari. Rispetto al franco svizzero il dollaro sale attualmente dello 0,3% a 0,9911.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption