Skin ADV

La vittoria di Trump ha aumentato i rischi ribassisti per il petrolio

La vittoria di Trump ha aumentato i rischi ribassisti per il petrolio
I rischi ribassisti per il prezzo del petrolio sono aumentati. © Shutterstock

Lo afferma BofA Merrill Lynch in un report dedicato al settore energetico.

L’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti è un fattore negativo per il prezzo del petrolio. Lo afferma BofA Merrill Lynch in un report dedicato al settore energetico.



✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26 — Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝carta MASTERCARD, per accreditare lo stipendio o fare bonifici in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>
✅  CONTO CORRENTE ZERO SPESE CON N26Carta Conto con IBAN Gratuita + Bonus fino a 150€ invitando i tuoi amici. 🔝carta MASTERCARD, per accreditare lo stipendio o fare bonifici in 19 valute. Scopri tutte le caratteristiche sul sito ufficiale >>

La banca d’affari statunitense indica tre motivi per cui i rischi ribassisti del prezzo petrolio sono aumentati nel breve-medio termine dopo la vittoria del candidato repubblicano.

La forza del dollaro

Secondo BofA Merrill Lynch il dollaro continuerà probabilmente a rafforzarsi. La forza del biglietto verde è un fattore negativo per il petrolio, che è denominato nella valuta statunitense, perché lo rende più caro per chi possiede altre divise.

I cambiamenti politici

Gli importanti cambiamenti politici negli Stati Uniti potrebbero avere un impatto negativo sulla crescita della domanda di greggio nei mercati emergenti. Ciò potrebbe accadere attraverso due canali: tassi più elevati e riduzione del commercio.

L'aumento della produzione USA

I cambiamenti nella politica energetica potrebbero far scendere i costi di produzione e contribuire a “sbloccare” risorse energetiche per 50 bilioni di miliardi di dollari. La conseguenza potrebbe essere un aumento della produzione domestica di energia degli Stati Uniti nei prossimi due-tre anni.

“In definitiva, un’amministrazione Trump darà probabilmente priorità alla sicurezza dell’approvvigionamento di energia e all’accessibilità alle risorse invece che ai problemi ambientali. Ciò significa a nostro avviso più oleodotti, più perforazioni e più raffinerie negli Stati Uniti”, si legge nel rapporto.

Gli esperti indicano tuttavia che non tutto è così negativo per il prezzo del petrolio. Ci sono anche due potenziali fattori positivi: una maggiore pressione inflazionistica e un eventuale aumento dei rischi geopolitici.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro