Borsainside.com

Wall Street chiude mista, nuovo record per il Dow Jones, frena il Nasdaq

Wall Street chiude mista, nuovo record per il Dow Jones, frena il Nasdaq
© iStockPhoto

Prudenza alla vigilia dell'inizio della riunione della Fed. Balzo del petrolio. Bene Johnson & Johnson. Male il settore della difesa. Crolla Viacom.

I principali indici statunitensi hanno chiuso oggi misti. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,2%, l'S&P 500 ha perso lo 0,1% e il Nasdaq Composite lo 0,6%. Il Dow Jones ha raggiunto un nuovo record storico, il quindicesimo dalle elezioni presidenziali dello scorso 8 novembre.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community e condividi le tue strategie di trading. La funzione di 🥇CopyTrader™ ti permette di copiare in maniera automatica le performance del portafoglio dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

Wall Street si è mossa oggi lateralmente. Alla vigilia dell’inizio della riunione della Fed molti investitori sono stati restii ad aprire nuove posizione rialziste. Sul mercato obbligazionario sono continuate le vendite sui Treasury. Il rendimento del decennale americano ha superato il 2,5% per la prima volta dal 2014.

Tra i petroliferi Exxon Mobil (US30231G1022) ha guadagnato il 2,2% e Chevron (US1667641005) l’1,2% Il prezzo del petrolio ha chiuso ai massimi dal luglio del 2015 dopo che i produttori non OPEC si sono impegnati a tagliare la loro produzione di 558.000 barili al giorno (Petrolio: accordo storico, anche i non OPEC taglieranno la produzione).

Johnson & Johnson (US4781601046) ha guadagnato il 2,8%. Secondo l’autorevole rivista finanziaria “Barron’s” il titolo potrebbe salire del 20% perché il gruppo è meno esposto dei rivali ad una possibile riduzione dei prezzi dei farmaci e potrebbe beneficiare dei piani di Donald Trump relativi alla tassazione delle imprese.

Il settore high-tech è stato debole. Apple (US0378331005) ha perso lo 0,6%, ha IBM (US4592001014) lo 0,6% e Amazon (US0231351067) l’1,1%.

Nel settore della difesa Lockheed Martin (US5398301094) ha perso il 2,5% e Northrop Grumman (US6668071029) il 2,7%. Trump ha criticato aspramente gli elevati costi del caccia F-35.

AT&T (US00206R1023) ha guadagnato l’1,8%. Baird ha promosso l’operatore telefonico da “Neutral” ad “Outperform”.

Viacom (US9255243084) ha perso il 9,4%. Secondo indiscrezioni di stampa il vicepresidente Shari Redstone non supporterebbe più la fusione del gigante dei media con CBS (US1248571036).

21st Century Fox (US90130A1016) ha perso il 6,6%. Secondo notizie di stampa il piano del gruppo di Rupert Murdoch di acquistare Sky (GB0001411924) potrebbe far fronte all’opposizione degli azionisti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA
Trading senza rischi, fondi virtuali di 100.000 Euro.

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS