Quotazione dollaro ai massimi da 14 anni dopo dati USA

Quotazione dollaro ai massimi da 14 anni dopo dati USA
© Shutterstock

Aumenta la fiducia nell'economia statunitense. L'euro precipita a 1,0341 dollari. Scendono sul biglietto verde anche yen, franco e sterlina.

CONDIVIDI

La quotazione del dollaro ha accelerato al rialzo dopo i positivi dati macroeconomici pubblicati nel pomeriggio negli Stati Uniti. Il Dollar Index, l'indice che misura il valore del biglietto verde in relazione al paniere delle altre principali valute, è salito fino a 103,82 punti, dai 102,30 punti della chiusura di ieri. Si tratta del più alto livello dal dicembre del 2002.

L’ISM ha comunicato oggi che il suo indice manifatturiero è salito a dicembre a 54,7 punti. Si tratta del più alto livello da due anni. Le spese per costruzioni sono inoltre aumentate a novembre 1,18 bilioni di dollari, ovvero ai massimi dall’aprile del 2006. I due dati hanno incrementato la fiducia degli investitori nella prima economia mondiale.

Nel quarto trimestre del 2016 il dollaro si era apprezzato del 4,6% sull’aspettativa che la crescita degli Stati Uniti accelererà dopo l’ingresso di Donald Trump alla Casa Bianca. Il tycoon newyorkese ha promesso durante la campagna elettorale di lanciare stimoli fiscali e di allentare la regolamentazione in molti settori.

Dopo la pubblicazioni dell’indice ISM manifatturiero e dei numeri sulle spese delle costruzioni negli Stati Uniti, il cambio euro-dollaro è precipitato a 1,0341, ovvero ai minimi dal 2002. I dati relativi all’inflazione in Francia ed in Germania non hanno potuto dare alla moneta unica chiari impulsi. Mentre l’indice francese per i prezzi al consumo ha deluso le attese, quello tedesco è balzato a dicembre ai massimi da luglio del 2013. Molti analisti si attendono che il cambio euro-dollaro raggiungerà nel 2017 la parità a causa della divergenza tra le politiche monetarie della BCE e della Fed. Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Dopo aver toccato un massimo a 118,60 yen, il dollaro guadagna attualmente lo 0,2% 117,73 yen. Rispetto al franco svizzero, il dollaro si apprezza sul forex dello 0,2% a 1,0264. La sterlina, oggi a lungo in rialzo grazie all’aumento dell'indice PMI manifatturiero per il Regno Unito, perde al momento lo 0,2% a 1,2255 dollari.

Hodly
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption