Fed: Il ritmo dei rialzi dei tassi potrebbe essere più veloce del previsto

Fed: Il ritmo dei rialzi dei tassi potrebbe essere più veloce del previsto
© Shutterstock

Molti membri della Fed temevano lo scorso mese che un forte calo del tasso di disoccupazione potesse incrementare le pressioni inflazionistiche.

CONDIVIDI

I membri della Federal Reserve consideravano lo scorso mese possibile di dover alzare i tassi di interesse in maniera più rapida del ritmo “graduale” previsto in precedenza. È quanto emerge dalle minute dell'ultima riunione del FOMC (Federal Open Market Committee), il comitato esecutivo dell’istituto guidato da Janet Yellen.

Lo scorso 14 dicembre la Fed ha deciso all’unanimità di alzare i Fed Funds di 0,25 punti base in una fascia compresa tra lo 0,50% e lo 0,75%. Si è trattato del secondo rialzo dei tassi d'interesse in un decennio. Contemporaneamente la Fed ha indicato che le condizioni dell’economia “richiederanno solo un graduale aumento del tasso dei Fed Funds”.

I membri della Fed prevedevano tre rialzi dei tassi nel 2017, anziché dei due previsti a settembre, e altri tre nel 2018 e nel 2019.

Le minute mostrano che alcuni esponenti della Fed ritenevano che la graduale normalizzazione della politica monetaria era a rischio. “I membri della Fed hanno evidenziato una serie di rischi, che se realizzati, potrebbero condurre ad un differente percorso di politica rispetto a quello previsto attualmente”, si legge nel documento.

Il rischio maggiore era visto in un significativo calo del tasso di disoccupazione sotto il 4,5%, livello considerato come normale per il lungo periodo, un fattore che potrebbe spingere l’inflazione.

“Molti” membri della Fed erano dell’opinione che il rischio di una “considerevole violazione” del normale tasso di disoccupazione “è lievemente aumentato e che il FOMC possa aver bisogno di aumentare il tasso dei fed funds più velocemente di quanto previsto attualmente per limitare il grado della violazione e fermare il potenziale sviluppo di pressioni inflazionistiche”, si legge nelle minute.

Una minoranza degli esponenti della Fed riteneva che questo rischio fosse modesto e che “una modesta violazione” del tasso di disoccupazione potesse aiutare l’inflazione a tornare al target del 2% della Fed.

“Diversi” membri votanti della Fed “hanno rimarcato che se il mercato del lavoro dovesse mostrare segni di rafforzamento significativamente più importanti del previsto, potrebbe divenire necessario cambiare la comunicazione sul previsto percorso dei fed funds, coerentemente con la possibilità che un meno graduale ritmo di rialzi potrebbe divenire appropriato”.

Un paio di membri della Fed volevano del tutto abolire la promessa della Fed di alzare “gradualmente” i tassi.

“Diversi” membri della Fed hanno fatto notare che un ritmo più veloce dei rialzi dei tassi “potrebbe avere anche implicazioni” sul bilancio della Fed che ha un volume di 4,5 bilioni di dollari.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro