Quotazione dollaro debole dopo misure Trump contro immigrazione

Quotazione dollaro debole dopo misure Trump contro immigrazione

L'incertezza tra gli investitori è aumentata. Lo yen beneficia del suo carattere difensivo. Salgono anche euro, sterlina e franco svizzero.

CONDIVIDI

La quotazione del dollaro è debole all’inizio della settimana. Il Dollar Index, l’indice che misura il valore del biglietto verde in relazione al paniere delle altre principali valute, è sceso questa mattina fino a 100,17 punti, dai 100,35 punti della chiusura di venerdì.

Vuoi un conto trading demo con 50.000€ gratis per fare pratica? In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Vuoi un conto trading demo con 50.000€ gratis per fare pratica? In più anche segnali di Trading Gratis. Clicca qui

Sul dollaro pesa la decisione di Donald Trump di vietare l'ingresso negli Stati Uniti ai cittadini di sette Paesi a maggioranza musulmana e di imporre severi limiti all'accesso dei rifugiati. La misura ha suscitato condanne e indignazione nel mondo.

Lo yen beneficia del suo carattere difensivo. Il dollaro è sceso fino a 114,27 yen. Venerdì il cambio dollaro-yen era salito fino a 115,38, ovvero ai massimi dal 20 gennaio.

Il cambio euro-dollaro è salito fino a 1,0740, contro 1,0699 di venerdì sera. A muovere le due valute potrebbero essere oggi anche i dati macroeconomici in programma in Europa e negli Stati Uniti. In mattina è atteso l’indice di fiducia economica per l’Eurozona, mentre nel pomeriggio saranno pubblicati i dati sull’inflazione di Germania e USA (PCE core).

La sterlina ha superato temporaneamente sul forex quota 1,26 dollari. Rispetto al franco svizzero il dollaro è sceso fino a 0,9961.

logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Trader Indipendente. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption