Borsainside.com

Quotazione oro ancora in salita, +7% dall’inizio dell’anno

Quotazione oro ancora in salita, +7% dall’inizio dell’anno
© iStockPhoto

Le crescenti incertezze politiche spingono gli investitori nel bene rifugio. Pioggia di acquisti sui produttori di metalli preziosi.

La quotazione dell’oro continua a salire. Il future sul metallo giallo con scadenza aprile ha guadagnato oggi al Comex lo 0,9% a 1.232,10 dollari l’oncia. Si tratta del più alto livello dallo scorso 10 gennaio. L’oro si è apprezzato dall’inizio dell’anno di più del 7%.

🥇I mercati si stanno muovendo velocemente. Fai trading delle potenziali opportunità con FXCM. – Prezzi di acquisto e vendita reali – €50.000 di denaro virtuale – ✅ Apri il tuo demo gratuito >>

🥇I mercati si stanno muovendo velocemente. Fai trading delle potenziali opportunità con FXCM. – Prezzi di acquisto e vendita reali – €50.000 di denaro virtuale –Apri il tuo demo gratuito >>

Il metallo giallo ha beneficiato ancora una volta della sua qualità di bene rifugio. Gli investitori sono sempre più preoccupati a causa del possibile impatto della politica interna ed estera di Donald Trump. Un tribunale di Seattle ha imposto venerdì una sospensione temporanea del cosiddetto “muslim ban”. La decisione ha condotto ad un duro scontro tra il nuovo presidente e il sistema giudiziario americano.

Anche in Europa è aumentata fortemente l’incertezza politica. Marine Le Pen, candidata del Front National, partito di estrema destra francese, ha dichiarato che se vincerà le elezioni presidenziali promuoverà un referendum sull’uscita della Francia dall’euro. In Germania, dove si voterà a settembre, il Partito socialdemocratico (SPD) ha superato nei sondaggi l’Unione (CDU-CSU) di Angela Merkel per la prima volta da più di sei anni.

A sostenere il prezzo dell’oro è stata inoltre la crescente aspettativa che la Fed non alzerà i tassi nel breve termine dopo che dal rapporto sull’occupazione è emerso venerdì che il salario orario medio è aumentato negli Stati Uniti a gennaio di solo lo 0,1%. Il basso livello dei Fed Funds è un fattore positivo per il metallo prezioso perché frena l’apprezzamento del dollaro e aumenta i rischi di inflazione.

Il future sull’argento con scadenza marzo ha guadagnato l’1,2% a 17,69 dollari l’oncia. Anche per il metallo grigio si tratta dei massimi da dodici settimane. Il forte aumento dei prezzi dei metalli ha preziosi ha messo le ali ai produttori di oro e argento. L’indice settoriale Philadelphia Gold & Silver ha guadagnato oggi il 3,5%, contro il -0,2% registrato dall’S&P 500. Tra i singoli titoli Barrick Gold (ABX) ha guadagnato il 2,6%, Goldcorp (GG) il 3,3% e Pan American Silver (PAAS) il 2,6%.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS