Skin ADV

Azioni da comprare, ecco i titoli più caldi nel post-riforma tributaria Trump

riforma tributaria

Quali azioni otterranno vantaggi dalla riforma tributaria dell'amministrazione Trump?

La riforma tributaria statunitense potrebbe tagliare il carico fiscale delle società dell'indice S&P500 di 7 punti percentuali, portando la pressione media dal 27% al 20%. Il risultato? Dovrebbe essere un incremento degli utili per azione di circa 14 dollari, da 146 a 160.

✅ Apri una demo gratuita con AvaTrade e ricevi subito 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente. Expert Advisor e piattaforma di copy trading DuplyTrade. Vai su Avatrade.it >> Trading in sicurezza e  spread ultra bassi.

✅ Apri una demo gratuita con AvaTrade e ricevi subito 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente. Expert Advisor e piattaforma di copy trading DuplyTrade. Vai su Avatrade.it >> Trading in sicurezza e  spread ultra bassi.

Non tutti, ad ogni modo, potranno avvantaggiarsi di una simile novità allo stesso modo. Secondo Credit Suisse, inoltre, l'effetto che la nuova aliquota potrà avere sarà molto più chiaro nel momento in cui si riuscirà a scoprire come le aziende interessate riusciranno ad utilizzare questa nuova cassa per investimenti in conto capitale, m&a o buyback.

Nell'attesa di saperne di più uno dei settori che potrebbe beneficiare maggiormente sarà il retail, cche ha oggi una tassazione media del 35%: di qui, la buona ventata di novità per big come Amazon, Nordstrom, Lowe's companies, Gap e CarMax, già sopra la media del 35%. Di contro, sempre nel retail ci sono alcune società che hanno una tassazione sotto media, e che pertanto potrebbero non avere alcun beneficio dalla novità: si pensi a Netflix, o ancora a Expedia, Priceline e Tripadvisor.

Tra gli altri settori che potrebbero generalmente beneificiare delle novità troviamo invece quello delle telecomunicazioni, dei servizi industriali e delle utilities, e in misura inferiore dell'alimentare e delle bevande, dove la tassazione media è del 27,8% ma alcuni nomi come Hershey e Monster pagano più del 35%.

I settori in cui il fisco è invece più leggero sono quello dei Reits (3,5%), ma anche quello legato all'energia (14,9%), all'auto (17,1%), al Pharma & Biotech (18,9%) e al software (19,8%). Più complessa l'analisi tra i tecnologici hardware, con un dato medio del 22,8%, in cui Apple spicca con un tax rate del 25,5% ma, di contro, Xerox si ferma al 7,5%, Corning all'8,8% e Hewlett Packard all'8,9%.

Ad ogni modo, è certamente prematuro cercare di indicare quali titoli da comprare nel mese di dicembre sul mercato azionario americano, facendo leva sui potenziali effetti che la riforma tributaria potrà avere. Meglio pertanto attendere, prima di prendere posizioni, e cercare di capire quali potrebbero essere i comportamenti delle società a stelle e strisce in riferimento a questa nuova forma di tassazione.

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Avatrade

Apri un conto demo gratuito con AvaTrade ✅ Ricevi 100.000 € di denaro virtuale per praticare la tua strategia di trading ⭐☎ Supporto vincente.

Approfitta dei nostri Expert Advisor e delle piattaforme di copy trading, oltre al trading sulle criptovalute 24/7. Con licenze di regolamentazione in 6 giurisdizioni, garantiamo un’esperienza di trading senza difficoltà.

AvaTrade è orgoglioso di essere partner globale del Manchester City, campioni della premier league 2018/19

DEMO GRATUITO