Prezzo oro, previsioni puntano su 1450 dollari nel 2018. Conviene comprare già adesso?

Prezzo oro, previsioni puntano su 1450 dollari nel 2018. Conviene comprare già adesso?
© Shutterstock

I colossi minerari vedono un aumento del prezzo dell'oro nel corso del 2018: sarebbe un'occasione di trading

CONDIVIDI

Il prezzo dell'oro nel corso del 2018 è destinato ad aumentare rispetto a quelle che sono state le quotazioni di quest'anno. A pensarlo non sono solo gli analisti ma le stesse aziende che operano nel settore minarario. Colossi come Asante Goldo e Nexus Gold ritengono che possa esserci un sensibile miglioramento del prezzo del bene rifugio per eccellenza nel prossimo anno. Se il giudizio di questi players dovesse essere ritenuto valido, allora il consiglio è quello di impostare immediatamente una strategia trading long sulla quotazione dell'oro. Questa scelta può essere fatta sia operando con i futures sull'oro che scegliendo di investire sull'andamento della quotazione oro attraverso il trading di CFD (Contratti per Differenza). Un livello da tenere sottocontrollo, citato dagli stessi colossi minerari, è 1450 dollari. Secondo le previsioni sull'andamento del prezzo dell'oro nel 2018, infatti, il bene rifugio potrebbe appunto arrivare a questo targer. 

L'asticella della crescita della quotazione oro, come si può notare da un'osservazione dei grafici, è posta decisamente in alto. Questo perchè l'eredità che il 2017 lascerà per quello che riguarda il prezzo dell'oro, non è certamente delle migliori. Sotto questo punto di vista si può quindi affermare che il prossimo anno dovrebbe esserci una riscoperta dell'oro dopo un anno di passaggio. L'oro, infatti, nel 2017 non è stato tra gli asset più in luce. Una serie di fattori che avrebbero potuto lanciare le quotazioni del metallo giallo, infatti, sono state messe in penombra da altri elementi che hanno invece ostacolato in rally. Comprendere i primi e i secondi è essenziale per definire le previsioni 2018 sull'oro. Tra gli elementi che avrebbero potuto spingere il prezzo dell'oro nell'anno che si sta per concludere ci sono state le tensioni geoplitiche, con in testa quelle tra gli Stati Uniti e la Corea del Nord, e la decisione della Federal Reserve di aumentare il prezzo del denaro. Nonostante questi elementi catalizzatori, però, la quotazione dell'oro non è riuscita a salire con convinzione oltre i 1300 dollari l'oncia perchè i traders sono stati attratti da investimenti più rischiosi (e quindi più redditizi) con in testa il Bitcoin. Le criptovalute, quindi, sono state le grandi avversarie dell'oro.  Apri un conto demo GRATUITO e illimitato su IQOption

Nel 2018, però, le prospettive potrebbero cambiare. Secondo Asante Gold sarà l'inevitabile bolla del Bitcoin a spingere gli investitori a tornare a puntare sull'oro con conseguente aumento delle quotazioni del metallo giallo. Al prezzo attuale, affermano gli analisti, l'oro è sottovalutato e quindi si può prevedere un ritorno degli acquisti a partire dal prossimo anni. Sulla stessa lunghezza anche Nexus Gold che vede un aumento delle quotazioni dell'oro nel 2018 con conseguente apprezzamento dei titoli minerari. L'idea di investire sul prezzo dell'oro con i futures o con i CFD, infatti, porta con sè anche la possibilità di puntare sulle azioni minerarie. In tal caso è preferibile mettere in portafoglio o comprare CFD legati a quelle azioni che hanno registrato le performance più deboli nel corso del 2017. Viceversa gli asset che, nonostante il non particolarmente brillante andamento delle quotazioni dell'oro, hanno segnato forti apprezzamenti del loro valore, sono da trattare con maggiore prudenza. 

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption