Le 7 migliori azioni del 2017: i titoli che George Soros ha comprato di più

Le 7 migliori azioni del 2017: i titoli che George Soros ha comprato di più
© Shutterstock

Il noto speculatore George Soros ha puntato nel 2017 su 7 titoli azionari ben precisi: ecco quali sono

CONDIVIDI

Quali sono state le 7 migliori azioni nel 2017? Se il discorso relativo ai migliori titoli azionari dell'anno viene allargato oltre confine, allora la borsa più carica di azioni con performance molto positive, non può che essere quella di Wall Street. Conoscere quali sono state le migliori azioni dell'anno è importante per capire in che modo sia il caso di posizionarsi nel 2018. Prima di analizzare però i singoli titoli, è bene precisare cosa si intende per "migliori azioni". I titoli migliori sono quelli che hanno registrato in rialzi più forti ma sono anche quelli che hanno un forte peso nei portafogli di noti investitori. Quello di cui si parlerà in questo articolo sono i titoli migliori secondo il punto di vista di George Soros. Il magnate ungherese, considerato da mezzo mondo un feroce speculatore e indicato da tutti come l'emblema della finanza rapace e senza regole, vanta un patrimonio immenso Il suo fiuto per gli investimenti è noto come pure la sua abilità di condizionare molti contesti politici. Oggi George Soros è diventato un noto filantropo ma la sua attività a sostegno di organizzazioni non governative di ogni tipo non gli è bastata per cancellare la sua triste fama. A prescindere da questo ritratto è comunque innegabile che conoscere le migliori azioni 2017 secondo George Soros sia utile per tracciare la propria strategia trading per il prossimo anno. 

I titoli migliori dell'anno secondo Soros non includono solo volti noti delle borse ma anche società meno noto. Quello che subito spicca all'occhio in questo elenco è l'assenza completa dei colossi del web e della tecnologia. Nell'elenco delle migliori azioni nel 2017, infatti, non ci sono società del calibro di Apple o Google o ancora Facebook. 

Le sette azioni migliori nel 2017 secondo George Soros sono:

  • InterXion: Soros ha in mano 400mila azioni INXN. L'aumento della partecipazione è avvenuto nel corso del 2017. Il valore complessivo della partecipazione di Soros in InterXion è pari a 20,4 milioni di dollari. E' probabile che Soros abbia rafforzato la sua partecipazione in questa società con un'ottica di medio termine.
  • Kraft Heinz: Soros, attraverso il suo fondo, ha in mano circa 300mila azioni Kraft Heinz. La nota multinazinale del cibo e delle bevende è tra le azioni preferite del noto speculatore. E' interessanto notare che a investire in azioni Krafit Heinz non è stato solo Soros ma anche Buffett. In base ai dati di fine anno, Soros è esposto per circa 53 milioni di euro sul titolo, mentre Warren Buffett si ferma a 25,5. 
  • EQT Corporation: Soros, attraverso il suo fondo, ha in mano 82,5 milioni di azioni EQT. Considerando il fatto che l'acquisto di azioni EQT è avvenuto in più tranche, si può ritenere che questo titolo sia in vetta alla lista delle azioni indirettamente consigliate da Soros nel 2017
  • Comcast: la posizione di Soros sulla società attiva nel settore mass media è pari a 41,7 milioni di dollari. Gli ultimi bilanci di Comcast hanno dimostrato che Soros ha fatto bene a comprare azioni Comcast.
  • Monsanto: la multinazionale dell'agro-chimica americana non ha bisogno di presentazioni. Il fondo guidato da Soros è esposto per circa 22,6 milioni di dollari. Soros ha in mano circa 188mila azioni Monsanto. Il peso del titolo Monsanto nel portafoglio di Soros è sempre aumentato nel corso del 2017.
  • SolarEdge: Soros, attraverso il suo fondo, ha in mano circa 700mila azioni SolarEdge. Grazie a una trimestrale molto forte, SolarEdge vanta molti rating buy da parte degli analisti. E' probabile che le azioni SolarEdge si confermino anche nel 2018 e da qui le operazioni di rafforzamento della posizione da parte di Soros.
  • Alibaba: Con una esposizione di 2,8 milioni di azioni, pari a 185 milioni di dollari, le azioni Alibaba sono il quarto asset più rappresentato nel fondo di Soros. Nel caso delle azioni del colosso web cinese (che ha assorbito Yahoo) la strategia di Soros è abbastanza chiara: comprare a buon mercato oggi in vista di un possibile rialzo domani.

Quelle citate sono le sette azioni che Soros ha comprato di più nel corso del 2017. Da queste si può partire per impostare una strategia trading rialzista. 

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

iqoptions