Cambio Euro Dollaro: trend rialzista in atto ma stop loss precauzionale a 1,19

Il cambio Euro Dollaro registra oggi un leggero apprezzamento rispetto ai valori raggiunti appena ieri. Gli investitori che hanno puntato sul long possono quindi raccogliere i frutti della loro strategia trading. Le previsioni, appunto poi trasformate in realtà, sull’aumento del cross EUR/USD erano in effetti le più scontate. La rottura delle trendline delle resistenze dinamiche collocabile in area 1,1907 aveva infatti spalancato la porta alla possibilità di un consolidamento delle spinte rialziste.

Considerando anche la fase particolare dell’anno e il ruolo molto forte che in questo periodo festivo hanno gli algortimi di trading, quali previsioni possono essere fatte per il brevissimo periodo? Come si evince dall’andamento del cambio Euro Dollaro nella seduta di oggi, la possibilità che la spinta rialzista possa proseguire è molto alta. La più recente accelerazione del cross EUR/USD avvenuta dopo un momento di apprezzamento del Dollaro, è stata causata dal calo dei rendimenti dei Titoli del Tesoro americani e da un più generale sentiment negativo che si è imposto a seguito delle ultime decisioni di politica monetaria prese dalla Federal Reserve. Come hanno commentato alcuni analisti, infatti, la decisione della Fed di alzare i tassi nonostante una inflazione non a regime non è stata presa bene sul mercato dei cambi. 

Questo è il sentiment di fondo in cui vanno inserite le previsioni sull’andamento del cambio Euro Dollaro per le prossime sedute. Dal punto di vista dell’analisi tecnica, come già evidenziato, lo scenario long resta quello più probabile. Se si ritiene che il cambio Euro/Dollaro abbia ancora margine di crescita, allora si può pensare ad un’entrata long leggermente al di sopra della trendline, dunque a 1,1910. Una strategia tradinbg di questo tipo gli obiettivi sarebbero collocati prima a 1,2030 e poi a 1,2092. Poichè comunque nel Forex Trading nulla può essere dato mai per assodato, onde evitare spiacevoli sorprese è bene sempre inserire uno stop loss a 1,19. 

E nel caso di inversione di rotta e quindi ritorno ad un trend ribassista? Se si pensa che il Dollaro possa rafforzarsi, allora l’ingresso short potrebbe essere posizionato a 1,19. I target sarebbero quindi fissati a 1,1855 e poi a 1,1813. Anche nel caso di una strategia trading ribassista, è opportuno usare gli stop loss. Questi strumenti sono una delle poche risorse a disposizione per evitare di essere travolti da un repentino cambio di rotta che si tradurrebbe in forti perdite. 

Per definire la strategia forex, si consideri anche che il 2017 è stato un anno molto difficile per la quotazione del Dollaro. Il biglietto verde ha infatti registrato il calo maggiore sulle altre divise degli ultimi 10 anni. In particolare il cambio EUR/USD è stabile in area 1,19 contro quota 1,04 di inizio gennaio. Il minimo dell’anno è stato raggiunto dalla quotazione del Dollaro a 1,208 (seduta dell’8 settembre). 

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

I CFD sono strumenti complessi e presentano un alto rischio di perdere denaro a causa della leva finanziaria. Dovresti considerare se comprendi come funzionano i CFD e se puoi permetterti di correre il rischio elevato di perdere i tuoi soldi.

Le ultime news su Borsa Americana

Inizia a fare trade con Avatrade X

Avviso di rischio - Il 78% di conti di investitori al dettaglio perdono denaro a causa delle negoziazioni in CFD. Valuti se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.