Bancari: Citigroup taglia le stime sugli utili delle rivali

Citigroup crede che le attività delle banche statunitensi nell'investment banking non abbiano brillato nel secondo trimestre.

CONDIVIDI
Citigroup ha tagliato oggi le stime sui risultati delle principali rivali statunitensi. Citigroup osserva che alcuni fattori hanno pesato durante il corrente trimestre sui mercati finanziari. Citigroup cita la crisi del debito sovrano in Europa, il cosiddetto "flash crash" di Wall Street dello scorso 6 maggio e l'incertezza relativa all'attesa nuova regolamentazione del settore bancario. Citigroup crede perciò che le banche statunitensi abbiano registrato dei deboli risultati con le loro attività nell'investment banking. Citigroup si attende ora per Goldman Sachs (US38141G1040) un utile per azione di $2,90 (consensus: $4,10), per J.P. Morgan Chase & Co. (US46625H1005) di $0,70 (consensus: $0,79) e per Morgan Stanley (US6174464486) di $0,53 (consensus: $0,63). Citigroup ha invece alzato le sue stime sull'utile per azione di Bank of America (US0605051046) nel secondo trimestre da $0,24 a $0,31 (consensus: $0,23) per tenere conto della vendita della sua partecipazione in Itau Unibanco (BRITAUACNPR3).

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption