Bank of America, il prossimo target di WikiLeaks?

Un laptop mostra un grafico

Bank of America (US0605051046) potrebbe essere il prossimo target di WikiLeaks. Julian Assange, il fondatore del sito specializzato nelle rivelazioni derivanti dalle fughe di notizie, ha dichiarato in un’intervista a “Forbes” che all’inizio del prossimo anno verranno pubblicati migliaia di documenti di una delle maggiori banche statunitensi. Secondo Assange le rivelazioni scateneranno un terremoto simile a quello dello scandalo Enron. Assange non ha rivelato il nome della banca in questione. Nell’ottobre dello scorso anno Assange aveva però affermato in un’intervista a “Computerworld” di aver ricevuto ben 5GB da un hard-disk di un dirigente di Bank of America. Il titolo della banca statunitense perde al momento il 2,9%.

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Migliori Broker Trading

1
eToro
Deposito minimo
50$
Il nostro punteggio
10
ETF - CRYPTO - CFD
Licenza: CySEC - FCA - ASIC
Social Trading
2
AvaTRade
Deposito minimo
100€
Il nostro punteggio
9
Servizio clienti Multi-Lingua
App Premiata AvaTradeGo
Trading Criptovalute 24/7 e oltre 1250 Asset
3
FP Markets
Deposito minimo
100 AUD
Il nostro punteggio
9
0.0 Spread in pip
Piattaforme e tecnologia di trading avanzate
Prezzi DMA (Direct Market Access) su IRESS
4
Dukascopy
Deposito minimo
100$
Il nostro punteggio
9
Licenza: FKTK
Forex e CFD
Deposito minimo: 100 dollari

Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.

Le ultime news su Borsa Americana

Copia dai migliori traders

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.