Skin ADV

Bank of America, il prossimo target di WikiLeaks?

Il fondatore di WikiLeaks ha annunciato la pubblicazione di migliaia di documenti di una grande banca statunitense.

Bank of America (US0605051046) potrebbe essere il prossimo target di WikiLeaks. Julian Assange, il fondatore del sito specializzato nelle rivelazioni derivanti dalle fughe di notizie, ha dichiarato in un'intervista a "Forbes" che all'inizio del prossimo anno verranno pubblicati migliaia di documenti di una delle maggiori banche statunitensi. Secondo Assange le rivelazioni scateneranno un terremoto simile a quello dello scandalo Enron. Assange non ha rivelato il nome della banca in questione. Nell'ottobre dello scorso anno Assange aveva però affermato in un'intervista a "Computerworld" di aver ricevuto ben 5GB da un hard-disk di un dirigente di Bank of America. Il titolo della banca statunitense perde al momento il 2,9%.

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

🥇Fai trading con fiducia su CFD, Azioni, Indici, Forex e Criptovalute. Con PLUS500 hai spread stretti, zero commissioni e APP per fare trading su qualsiasi piattaforma e smartphone. ✅ Apri il tuo conto demo gratuito >>

IQOption
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS