Fannie Mae ha bisogno di nuovi aiuti statali per $15,3 miliardi

La società di finanziamento di ipoteche ha registrato lo scorso anno una mega-perdita di $74,4 miliardi.

CONDIVIDI
Fannie Mae (US3135861090) ha ancora una volta confermato di essere uno dei più grandi "buchi neri" della peggior crisi che ha colpito gli USA dai tempi della Grande Depressione. La società di finanziamento di ipoteche ha annunciato di aver chiuso il quarto trimestre del 2009 in rosso di $16,3 miliardi. Durante l'intero 2009 Fannie Mae ha registrato una perdita di $74,4 miliardi. Già nel 2008 Fannie Mae aveva perso $59,8 miliardi. Fannie Mae ha avvertito di attendersi delle ulteriori perdite. Fannie Mae osserva in una nota che la disoccupazione si trova ancora a degli alti livelli e che il numero dei pignoramenti resta elevato. Fannie Mae ha inoltre bisogno, per continuare le sue attività, di nuovi aiuti statali per $15,3 miliardi. In questo modo i fondi ricevuti da Fannie Mae dal Dipartimento del Tesoro saliranno ad un totale di ben $75 miliardi.
Il Governo statunitense ha salvato nel settembre del 2008 dal collasso Fannie Mae e la rivale Freddie Mac (US3134003017). Le due società sono passate sotto il controllo della Federal Housing Finance Agency (abbr. FHFA), un organo dal Tesoro. Fannie Mae e Freddie Mac gestiscono insieme più del 40% dei prestiti immobiliari concessi negli USA, un loro fallimento avrebbe rappresentato una catastrofe non solo per il sistema finanziario statunitense.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption