La Fed alza le sue stime sulla crescita del PIL degli USA

La Fed si attende ora per quest'anno una crescita tra il 3,2% e il 3,7%.

CONDIVIDI
La Federal Reserve è diventata più ottimista sulle prospettive dell'economia. Lo si apprende dai verbali dell'ultima riunione del FOMC (Federal Open Market Committee), il comitato esecutivo della Banca Centrale statunitense. La Fed prevede ora per quest'anno una crescita del PIL degli USA tra il 3,2% ed il 3,7%. Lo scorso gennaio la Fed aveva indicato di attendersi una crescita tra il 2,8% e il 3,5%. La Fed è diventata leggermente più ottimista anche sull'andamento del mercato del lavoro. La Fed prevede per quest'anno un tasso di disoccupazione del 9,1%-9,5% e per il prossimo dell'l'8,1%-l'8,5%. In precedenza la Fed aveva previsto per quest'anno un tasso di disoccupazione del 9,5%-9,7% e per il prossimo dell'8,2%-8,5%.
La Fed ha tagliato inoltre le sue stime sull'inflazione. La Fed prevede che i prezzi al consumo depurati dalle più volatili componenti cibo ed energia saliranno quest'anno dello 0,9%-1,2% e nel prossimo dell'1,0%-1,5%. Lo scorso gennaio la Fed aveva previsto per quest'anno un aumento dell'inflazione "core" dell'1,1%-1,7% e per il prossimo dell'1,0%-1,9%.
Dai verbali del FOMC si apprende che la Fed è preoccupata a causa della crisi della Grecia. La riunione del FOMC ha avuto d'altra parte luogo una settimana prima che l'UE annunciasse il suo piano di salvataggio da €750 miliardi.
Per quanto riguarda la vendita di assets la maggior parte di membri del FOMC crede che sia opportuno iniziarla dopo il primo aumento dei tassi d'interesse.
logo
TradinGo ! Il nuovo canale TELEGRAM gratuito con Opportunità di Trading e Analisi giornaliere offerte da Andrea Di Marco - Team XTB. ISCRIVITI - è GRATIS !
Mi Iscrivo Gratis
Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro