Standard & Poor's declassa 15 grandi banche

Colpite soprattutto le banche statunitensi e britanniche.

Standard & Poor's ha declassato 15 banche, soprattutto statunitensi. L'agenzia spiega in una nota che la misura è stata presa dopo aver applicato dei nuovi criteri per la determinazione del rating a 37 banche. S&P ha cambiato in particolare come quantifica nel merito di credito il livello di un possibile sostegno statale. S&P aveva in precedenza ipotizzato che i governi non avrebbero lasciato fallire le grandi banche. Questa ipotesi è stata rimossa per la determinazione dei nuovi rating. Tra le banche declassate ci sono le statunitensi Bank of America (US0605051046), J.P. Morgan Chase & Co. (US46625H1005), Citigroup (US1729671016), Wells Fargo (US9497461015), Goldman Sachs (US38141G1040), Morgan Stanley (US6174464486) e Bank of New York Mellon (US0640581007), le britanniche Barclays (GB0031348658), HSBC (GB0005405286), Lloyds Banking Group (GB0008706128) e Royal Bank of Scotland (GB0006764012), l'olandese Rabobank, la spagnola Banco Bilbao Vizcaya Argentaria (ES0113211835) e la svizzera UBS (CH0024899483).
©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

BDSWISS