Texas Instruments: Il sisma in Giappone pesa sui risultati del primo trimestre

Il gigante dei semiconduttori ha aumentato lo scorso trimestre l'utile meno di quanto atteso dagli analisti.

CONDIVIDI
Texas Instruments (US8825081040) ha annunciato oggi di aver aumentato nel primo trimestre del 2011 i suoi ricavi del 6% a $3,39 miliardi ed il suo utile netto dell'1% a $666 milioni pari a $0,55 per azione. Escluse le voci straordinarie l'utile del gigante dei semiconduttori ha ammontato a $0,57 per azione. Gli analisti avevano atteso in media ricavi di $3,4 miliardi ed un utile per azione di $0,58. Sui conti di Texas Instruments ha pesato il terremoto che ha sconvolto il Giappone. Il sisma ha danneggiato gravemente due impianti dell'impresa texana. Secondo Texas Instruments la ripresa delle sue attività nel Paese del Sol Levante sarebbe ben avviata. Uno dei suoi impianti danneggiati dovrebbe presto tornare ad essere completamente operativo. Tuttavia la situazione in Giappone dovrebbe frenare la crescita anche nei prossimi mesi. Texas Instuments si attende per il corrente trimestre ricavi di $3,41 - $3,69 miliardi ed un utile di $0,52 - $0,60 per azione. Le stime includono $0,05 per azione di costi causati dal terremoto in Giappone. Gli esperti delle banche d'affari avevano previsto ricavi di $3,53 miliardi ed un utile per azione di $0,62. Texas Instuments ha indicato di attendersi un buon secondo semestre in virtù dellla solida domanda da parte dei consumatori e delle imprese. Nel dopo-borsa il titolo perde al momento il 2,5%.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption