Texas Instruments: La trimestrale centra le attese, agli investitori non basta

Il titolo del gigante dei semiconduttori registra nel dopo-borsa delle forti perdite.

CONDIVIDI
Texas Instruments (US8825081040) ha pubblicato una trimestrale che ha corrisposto alle attese degli analisti, troppo poco per convincere gli investitori a continuare a puntare sul titolo. Nel secondo trimestre del 2010 il gigante dei semiconduttori ha aumentato i suoi ricavi del 42% a $3,5 miliardi ed il suo utile di quasi il 200% a $769 miloni pari a $0,62 per azione. Gli esperti delle banche d'affari avevano atteso in media ricavi di $3,52 miliardi ed un utile per azione di $0,62. Texas Instruments perde al momento nel dopo-borsa circa il 6%. Il mercato teme un rallentamento della crescita dell'impresa texana anche perchè il Direttore Finanziario Kevin March ha indicato che lo scorso trimestre un cliente ha ordinato meno chips del previsto. A nulla è servito il solido outlook sul corrente trimestre. Texas Instruments prevede ricavi di $3,55 - $3,85 miliardi ed un utile per azione di $0,64 - $0,74. Gli analisti avevano previsto ricavi di $3,6 miliardi ed un utile per azione di $0,64.

Redazione Borsainside ©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
iqOption