USA: La Fed taglia stime PIL, alza quelle su disoccupazione ed inflazione

La Banca Centrale degli USA prevede ora per quest'anno un aumento del PIL dell'1,6% - 1,7%.

La Federal Reserve ha rivisto nettamente al ribasso le sue stime sulla crescita dell'economia statunitense. La Banca Centrale degli USA prevede ora per il 2011 un aumento del PIL dell'1,6% - 1,7% (da 2,7% - 2,9%), per il 2012 del 2,5% - 2,9% (da 3,3% - 3,7%) e per il 2013 del 3,0% - 3,5% (da 3,5% - 4,2%). Per il 2014 la Fed si attende una crescita tra il 3,0% e il 3,9%. La Fed è diventata più pessimista sulle prospettive del mercato del lavoro. Per il 2011 la Fed prevede un tasso di disoccupazione del 9% - 9,1% (da 8,6% - 8,9%), per il 2012 dell'8,5% - 8,7% (da 7,8% - 8,2%) e per il 2013 del 7,8% - 8,2% (da 7,0% - 7,5%). Per il 2014 il tasso di disoccupazione è atteso tra il 6,8% e il 7,7%. Per quanto riguarda l'inflazione la Fed prevede per il 2011 un aumento del 2,7% - 2,9% (da 2,3% - 2,5%), per il 2012 dell'1,4% - 2,0% (da 1,5% - 2,0%) e per il 2013 dell'1,5% - 2,0% (da 1,5% - 2,0%). Per il 2014 l'inflazione è attesa all'1,5% - 2,0%.




✅ Conosci la rivoluzione del social trading di eToro? Unisciti alla community, la funziona CopyTrader™ ti permette di copiare in automatico le strategie dei migliori traders del mondo. Ottieni un conto Demo con 100.000€ di credito virtuale >>

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Miglior Broker Consigliato

etoro
Plus500

Reagisci alla volatilità dei mercati

Il sell-off del mercato globale continua con l'evolversi di una potenziale crisi finanziaria e occasioni di acquisto/entrata sui mercati finanziari.

Non perdere la tua prossima opportunità:

Usa i nostri strumenti e caratteristiche avanzate per acquisire il controllo del tuo conto:

PROVA GRATIS